Home News Curiosità L’Etna si è risvegliato, fontane di lava e cenere

L’Etna si è risvegliato, fontane di lava e cenere

415
CONDIVIDI

Sull’Etna, dalle 2 alle 6 di stamane l’attività stromboliana ha subito una accelerata e il ‘pit crater’ che si è aperto sul fianco orientale del cono del Cratere di Sud-Est dell’Etna ha emesso forti boati accompagnati da fontane di lava e emissione di cenere vulcanica che è ricaduta su Catania e sui centri abitati a sud del vulcano.

All’alba, a scopo precauzionale era stato chiuso l’aereoporto Fontanarossa di Catania, riaperto dalle 11.00 solo parzialmente al pubblico.

Al momento nello scalo aereo sono al lavoro squadre specializzate per la rimozione della cenere sulla pista.

”Questo episodio – afferma in una nota il presidente dell’Enac, Vito Riggio – conferma l’urgenza di rendere al più presto operativo l’aeroporto di Comiso anche come alternativa a quello di Catania quando si verificano eventi come quello odierno”. Dello stesso parere il presidente della Sac Gaetano Mancini. ”Anche Sac – osserva – auspica una veloce soluzione della vicenda perche’, nell’interesse del territorio, si possa avviare quanto prima il Sistema aeroportuale integrato fra Catania e Comiso”.

I passeggeri in arrivo e in partenza dallo scalo di Catania possono aggiornarsi in tempo reale sullo stato del traffico aereo consultando l’apposita link “Voli del giorno” sul sito Internet www.aeroporto.catania.it.

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania sta monitorando la situazione costantemente.