Home Arte Padova, in mostra: Carlo Maccà. Il corpo, la forma, la luce

Padova, in mostra: Carlo Maccà. Il corpo, la forma, la luce

528
CONDIVIDI

Promossa dall’Assessorato alla Cultura – Centro Nazionale di Fotografia del Comune di Padova, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e in collaborazione con il Gruppo Fotografico Antenore, è stata allestita alla Corte dei Leoni la mostra “Carlo Maccà. Il corpo, la forma, la luce”.

L’esposizione rientra nell’ambito della rassegna “Padova Aprile Fotografia 2011 – I territori del corpo”. Il fotografo vicentino è al suo primo lavoro incentrato sul corpo. Finora la sua attenzione è stata concentrata sul mondo naturale, in particolare sulle conchiglie.

Così Enrico Gusella scrive nel catalogo “Carlo Maccà, nella propria indagine, si rivolge a un corpo permeato dalla luce diffusa e depurato dal colore. In questo caso sembra davvero che a prevalere sia la fonte della sensibilità rispetto alla sensualità, dove lo sguardo vive senza più ambiguità”.

Il fotografo focalizza lo sguardo sul soggetto femminile: un’altra delle meraviglie della natura. Il corpo viene immortalato senza alcun sottinteso erotico, nella sua bellezza formale esaltata dalla luce che lo avvolge e smaterializzato. Giova inoltre ricordare come Maccà sviluppi una visione del tutto personale della fotografia con riferimenti anche a grandi maestri quali Edward Weston, il fondatore della fotografia di nudo moderno, che sapeva rendere sensuali gli oggetti ed astratti i corpi femminili.