Home Varie Ambiente VIII edizione di Mediterraneo e dintorni. In mostra sapori e profumi delle...

VIII edizione di Mediterraneo e dintorni. In mostra sapori e profumi delle nostre terre

743
CONDIVIDI

Profumi di NapoliSta per concludersi la VIII edizione di Mediterraneo e dintorni – Attrazione naturale. Benessere, natura e alimentazione concentrati in un unico evento e immersi nello sfondo paesaggistico dell’Orto Botanico di Portici (Na). Il luogo ideale  per introdurre i visitatori in un piacevole percorso dove natura, profumi e colori si fondono in una rilassante atmosfera.

Gli stand allestiti hanno offerto una varietà di prodotti tipici destando curiosità in gran parte dei visitatori.

Per suggellare i 150 anni dell’Unità d’Italia, il direttore dell’Orto botanico prof Riccardo Motti, ha pensato di aprire la manifestazione a stand provenienti anche  da altre regioni come la Sicilia, il Lazio e il Piemonte oltre che dalla Campania. La preziosità dell’extravergine di Pannarano (Bn) si è affiancato, dunque, alle olive di Gaeta in un ideale abbraccio di sapori che il generoso olivo ci regala con i suoi frutti. La croccante dolcezza del cioccolato di Modica ha fatto da contraltare ai decisi gusti dei prodotti piemontesi. E naturalmente non poteva mancare la pasta di Gragnano.

Ma l’evento ha voluto offrire anche un momento di relax dedicando uno spazio al benessere e alla cura del corpo. Ecco gli stand del Tui na, l’antico massaggio cinese, dello Shiatsu, la sua versione moderna giapponese, del Feldenkrais, un metodo per aumentare la qualità della propria vita o del Bones for life, per il benessere delle ossa. Ed ancora, esplorare il mondo delle virtù benefiche della liquirizia o di complessi di erbe per depurare l’organismo, digerire meglio o dormire sonni tranquilli.

Ma tra le novità di quest’anno ci sono i “Profumi di Napoli”, una linea nata lo scorso settembre e che vede l’impiego di prodotti tipi campani per la realizzazione di creme e prodotti per l’igiene del corpo. Ne parliamo con Nunzio Mancino, imprenditore di Monte di Procida e responsabile dell’iniziativa.

“Io attingo ai principi attivi dei prodotti tipici e li ripropongo sotto forma di cosmetici. Quando ho scelto il nome del marchio “Profumi di Napoli” era per proporre i sapori e gli odori della nostra terra e quindi rappresentarli sotto forma di cosmetici. La tipicità è il cuore di questa iniziativa, cerco di diffondere le peculiarità dei nostri prodotti campani”.

Quali i prodotti utilizzati?

“Ho iniziato dal latte di bufala, creando una crema corpo, uno shampoo, un bagnoschiuma e un sapone solido. La mozzarella è la parte grassa del latte di bufala, io prendo le proteine che sono nel latte e le propongo sotto forma di crema, bagnoschiuma ed altro ancora. Ho presentato il bagnodoccia al vino Taurasi, laddove il vino è ricco di polifenoli, lo struccante all’olio di oliva di Sorrento, crema gambe e fianchi alla mela annurca, lo scrub corpo all’albicocca del Vesuvio, l’acqua profumata idratante al limone di Amalfi, il fluido dopo barba alla nocciola di Giffoni.

Il prossimo prodotto sul quale sto lavorando e che presenterò a luglio è una crema viso al pomodoro di San Marzano e sto realizzando un anticellulitico alla caffeina.

La linea nasce, dunque, con l’intento di diffondere i nostri prodotti tipici che da secoli ci sono riconosciuti per la bontà e la loro eccezionalità”.

Ma non potevano mancare le vere protagoniste dell’evento, le piante. Grasse, carnivore, con fiori e senza hanno fatto da cornice coi loro colori e le loro particolarità. Centinaia le specie in mostra che si sono andate ad aggiungere alle tantissime varietà già presenti nell’Orto.

Tre giornate dunque, 27-28-e 29 maggio all’insegna del relax e della natura.

Orto Botanico di Portici