Home News Curiosità La tendenza al tradimento è ereditaria

La tendenza al tradimento è ereditaria

590
CONDIVIDI

La fedeltà e la monogamia non sono per tutti: c’è chi proprio non sa resistere al fascino piccante della scappatella.

Non sempre è questione di volontà, rispetto verso il proprio partner o mancanza di amore: la predisposizione a tradire dipende anche da una serie di geni che si tramandano di generazione in generazione e che abbiamo in comune con gli animali. Infedeli per genetica, insomma.

La conferma viene da uno studio pubblicato dalla rivista “Pnas” e realizzato su un uccello, il diamante mandarinoi, che ha comportamenti simili a quelli dell’uomo. La ricerca ha studiato 1554 esemplari: di alcuni di questi è stato analizzato il DNA per cinque generazioni successive di esemplari.
Agli uccelli presi in esame sono state tolte le uova, collocate poi in altri nidi, per escludere che il comportamento monogamo o quello infedele potesse essere appreso prendendo esempio dai genitori. I figli di genitori “traditori” non solo hanno mostrato un comportamento simile, ma la connessione è stata confermata anche dalle analisi genetiche:

“Questo studio conferma un’osservazione che è stata fatta negli umani – spiega Wolfgang Forstmeier, del Dipartimento di Genetica Evoluzionaria del Max Plank Institut di Berlino – cioè che i figli di genitori che tendono ad essere promiscui hanno il doppio di probabilità di esserlo anche loro. Anche se, bisogna dire, che in molti casi la tentazione di tradire non viene espressa per altre inclinazioni personali”.