Home News Curiosità Nintendo si schiera contro l’abbandono degli animali

Nintendo si schiera contro l’abbandono degli animali

499
CONDIVIDI

CaneLa Lega Nazionale per la Difesa del Cane e Nintendo hanno presentato a Milano il “Programma Nintendogs+Cats per la gestione responsabile di cani e gatti”.

Dal 20 giugno, per la prima volta in Italia, alcuni centri di ricovero e difesa degli animali utilizzeranno un videogioco per contribuire ad educare i futuri padroni alle abitudini, esigenze e necessità quotidiane dei loro amici a quattro zampe. Tutti coloro che si recheranno in uno dei canili selezionati dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, una settimana prima dell’adozione riceveranno una console più un gioco per abituarsi con il cucciolo virtuale alle mansioni quotidiane che richiede un animale vero.

Lo zooantropologo Roberto Marchesini afferma: “Costruire un apprendistato, seppur virtuale, realizzato in coerenza con le abitudini dei nostri fanciulli, rappresenta una grande opportunità per avviare il bambino al corretto rapporto con la diversità dei nostri beniamini domestici. Gli aspetti più importanti che vanno rinforzati nel bambino sono l’atteggiamento affettivo, la cura, il rispetto per i bisogni, la capacità di insegnare giocando e premiando, la continuità della relazione. Giocare diventa così un nuovo modo per favorire l’adozione e prevenire quelle incomprensioni che ancor oggi determinano il triste fenomeno dell’abbandono”.

La Lega nazionale per la Difesa del Cane e Nintendo con questa iniziativa intendono lanciare un messaggio: adottare un cane o un gatto è un gesto nobile, una dimostrazione di sensiblità e affetto, che però non deve essere il frutto di uno slancio emotivo del momento. E’ una decisione su cui meditare, perchè un animale si tiene e si ama per tutta la vita.

Andrea Persegati, General Manager di Nintendo Italia, ha commentato: “Nintendogs + cats sta esplorando tutte le sue potenzialità, dimostrando di riuscire non solo a divertire, ma anche a insegnare giocando. Grazie all’intenso rapporto virtuale che si viene a instaurare fra il cucciolo e il padrone, si abituano adulti e bambini a conoscere le gioie di avere un animale in casa, ma anche a prendere consapevolezza delle scrupolose cure di cui ha bisogno”.