Home Lifestyle Pino Daniele, contrario ai talent show televisivi

Pino Daniele, contrario ai talent show televisivi

Il cantautore Pino Daniele attacca i ragazzi che emergono dopo la partecipazione a programmi come "Amici" di Maria De Filippi

377
CONDIVIDI

Negli ultimi anni i talent show in tv hanno raggiunto un grande successo di pubblico: i giovani cantanti italiani piacciono, e piacciono le polemiche, le liti, le volgarità, che vengono fuori da programmi come “X-Factor” o “Amici“.

Eppure i partecipanti a questi programmi, soprattutto quelli delle ultime edizioni, stanno avendo un successo piuttosto duraturo e concreto: Marco Carta ha vinto il Festival di Sanremo 2009, Emma Marrone si è classificata seconda con i Modà all’ultima edizione della kermesse canora, Alessandra Amoroso ha condotto con Gianni Morandi “Grazie a tutti”, Marco Mengoni agli MTV Europe Music Awards ha vinto il premio come Best Italian Act. Eppure non tutti sono pienamente convinti che questo successo sia meritato.

Pino Daniele ha preso la parola e dalla sua bocca sono uscite dure polemiche nei confronti del successo improvviso ottenuto da questi cantanti, soprattutto gli “amici di Maria”.
Secondo il cantautore nel mondo di oggi “regna la logica della passerella, di suonare o di scrivere canzoni per far piacere agli altri. Prendiamo Marco Carta o Annalisa Scarrone: bravi interpreti, per carità, ma soltanto perché hanno imparato la tecnica del canto”.
Ad esser messo in discussione è il percorso formativo di questi cantanti: “Emergono grazie a competizioni canore, che sono un’altra storia rispetto alla formazione musicale fatta di impegno e scelte. I loro percorsi assomigliano alle sfilate di Miss Universo, Miss Italia, vince chi è la più carina. Poi aprono la bocca…”