Home Varie Teatro Tenerezza Fattore presenta a teatro: Chat Room

Tenerezza Fattore presenta a teatro: Chat Room

434
CONDIVIDI

La compagnia Cassiopea Teatro torna al teatro Piccolo Eliseo dopo il sold out di Ciechi tratto dal libro di Saramago.
Quest’anno il genere è completamente diverso, si parla, infatti, di una commedia scritta dalla regista Tenerezza Fattore e affronta un tema fin troppo attuale: gli incontri che avvengono via internet.
In un mondo di social network nessuno può non riconoscersi, almeno in piccola parte, con Gianfilippo, un ragazzo neosingle che decide di fare nuovi incontri su un sito specializzato allo scopo.
Inizialmente entra solo per gioco (tanto che il suo username sarà anonimo1420) ma la cosa gli sfugge di mano al punto di voler trascorrere giorno e notte sul social network nella speranza di esser contattato da Partenope, la ragazza che, almeno stando alla descrizione del profilo, sembra essere la sua anima gemella ma che poi, nella vita reale, trova sempre una scusa per non incontrarlo.
Le idee non mancano e di sicuro Tenerezza Fattore ha fatto un bel lavoro di fantasia per concretizzare tutte le caratteristiche tipiche del mondo virtuale come le emoticon onnipresenti nelle chat, i virus, gli spam, i messaggi di posta ma, soprattutto, la simpatica figura del “portiere”, colui che chiede nome utente e password e che ti invita a registrarti, a compilare il profilo “per avere più possibilità di rimorchiare”.
Un altro lavoro decisamente lodevole è quello fatto dalla coreografa Valeria Baresi; davvero apprezzabile il balletto in cui si vedono, al buio, solo mani, piedi e una specie di luna piena sulla faccia.
Per quanto riguarda gli attori purtroppo, fatta esclusione di Gianfilippo, protagonista esclusivo della commedia, hanno dovuto faticare abbastanza per affermarsi visto che ognuno aveva un ruolo molto meno sfaccettato e con una sola caratteristica; ciò nonostante alcuni di loro hanno evidentemente lavorato molto sul loro personaggio al punto da rimanere nella memoria dello spettatore per la loro simpatia.
L’ironia è stata senz’altro una capace compagna di viaggio.