Home Varie News Addio Ariel, il leone paralizzato

Addio Ariel, il leone paralizzato

Era stato portato a San Paolo, in Brasile, per essere sottoposto ad una cura

403
CONDIVIDI

Con la sua storia Ariel ha commosso il mondo e oggi il popolo del web gli dice addio. Il leone paralizzato la cui foto ha fatto il giro del mondo, è diventato famoso sul web perché colpito da una malattia degenerativa che gli impediva di muovere le zampe posteriori. A rendere nota la notizia è la sua proprietaria, Raquel Borges. Il felino, di tre anni d’età, ha presentato i primi problemi motori un anno fa.

Non riusciva a stare in piedi sulle zampe posteriori e così doveva essere aiutato per muoversi e aveva anche difficoltà per alimentarsi e respirare. Per questo, un mese fa Raquel Borges ha deciso di farlo portare a San Paolo per sottoporlo a una cura inedita per gli animali, conosciuta come plasmaferesi, che consiste nella rimozione delle cellule sanguigne che causano la degenerazione dei movimenti. Iniziativa che ha diffuso via Internet chiedendo aiuti economici per pagare il trattamento. Il tutto corredato di varie foto di Ariel, compresa una in cui, quando il leone aveva cinque mesi, dormiva nel suo letto.

Il popolo del web si è subito attivato per aiutarlo ma tutto è stato inutile. Ariel, che stava ricevendo donazioni di plasma sanguigno di altri leoni, come ha reso noto la veterinaria Livia Pereira, specialista in fisioterapia animale, è spirato alle 13:30 locali (le 18:30 in Italia). E sul web è subito scattata un’ondata di emozione per la sua scomparsa.