Home Costume e società Napoli: 100 milioni di euro per Hamsik

Napoli: 100 milioni di euro per Hamsik

648
CONDIVIDI

Il calcio dovrebbe essere lo specchio della nostra società, o così si dice per lo meno, e in effetti per certi aspetti il paragone calza perfettamente.
Il problema è che in un Paese in cui la forbice tra ricchi e poveri si allarga sempre più, il mondo del pallone, non potendosi di certo spaccare in due, deve pendere da una parte o dall’altra.
Ovviamente lo sport più popolare dello Stivale, aldilà delle dichiarazioni demagogiche di certi presidenti di club “piccoli” o “grandi” che siano, ha scelto la strada dei soldi e su questo non ci son davvero più dubbi.

Il problema è che oggi in Italia si vive una crisi incredibilmente profonda nella sostanza, crisi che si allarga sempre più facendo vacillare la pazienza degli italiani.
Secondo i recenti dati dell’ISTAT relativi al 2010, almeno una famiglia su cinque vive al di sotto della soglia di povertà e complessivamente, secondo i criteri dell’istituto statistico, sono più di 11 milioni le persone povere nel nostro Paese. In queste condizioni di forte precarietà, sta diventando praticamente impossibile provare simpatia per uno sport dove (alla faccia della povertà) si continua a parlare di milioni da spendere e di ingaggi stratosferici. Gli italiani sono stanchi di vedere i politici muoversi con i loro elicotteri personali così come non possono più sentire nulla sugli yacht degli stilisti di grido e ancora meno sulle fuori-serie dei giocatori tatuati e milionari.

Ritornando ai risultati emersi dalla ricerca dell’ISTAT la situazione peggiore in Italia si ritrova nel Mezzogiorno dove in alcune province il tasso di povertà sfiora il 30% della popolazione. A ciò vanno poi sommate altre problematiche, come quelle relative alla spazzatura e alla criminalità, che incidono con più forza in queste regioni.
A questo punto non può venirmi in mente che l’illuminante proposta indecente del Presidente del “Napoli Soccer” Aurelio De Laurentiis quando chiede “100 milioni per Hamsik” al fine di tranquillizzare  la moltitudine di tifosi napoletani preoccupati per una “scontata” cessione del giocatore.
Intanto loro muoiono di fame nelle scommettitorie piene di cicche dei centri più degradati della provincia, molti dei quali senza un lavoro e con due o tre figli a carico. Perché, dico io, non chiedere al presidente di venderlo anche per 30 milioni di euro da investire nell’acquisto di qualche netturbino nuovo e migliorare la salute della sua amata città!
Sarebbe davvero un bel messaggio per tutto il popolo, per l’Italia, politici compresi.