Home Sport Altri sport Tennis, Alisa Kleybanova: E’ iniziato il match più duro della mia carriera

Tennis, Alisa Kleybanova: E’ iniziato il match più duro della mia carriera

560
CONDIVIDI

Mentre le giocatrici del circuito Wta continuano a cercare l’acuto vincente sulla terra rossa europea, c’è una tennista che nel frattempo sta disputando il match più importante della propria carriera. Stiamo parlando della giovane Alisa Kleybanova numero 28 del ranking Wta, che nel giorno del 22esimo compleanno ha pubblicato una lettera sul sito Wta per informare tutto il mondo del Tennis della battaglia intrapresa contro una grave malattia.

Sono notizie che non si vorrebbero mai dare, la giovane russa ha scelto forse il modo migliore per condividerlo con il mondo, dimostrando la stessa forza che l’ha sempre contraddistinta in campo. In questa lettera ha infatti dichiarato di aver contratto il Linfoma di Hogkin, un tumore maligno che conta circa 90 mila casi all’anno.

E’ iniziato per me forse il match più duro della carriera, sarò forte, combatterò questo male con tanta pazienza e la cosa bella è che se tutto andrà bene potrò tornare a fare ciò che amo: giocare a tennis“. Queste le belle parole della 22enne russa, che non possono non aprire il cuore di tutti gli amanti di questo sport e non solo.

Ho iniziato il ciclo di chemio qui a Perugia, dove ormai vivo da parecchi anni, i medici sono i migliori al mondo e la gente mi vuole bene“.

L’augurio che mi sento di rivolgere a lei e a tutte le persone che combattono contro queste brutte malattie è quello di non mollare, a volte nella vita come in un match di tennis siamo costretti a fronteggiare situazioni critiche, spesso siamo messi con le spalle al muro, ma tenendo duro e non perdendo mai la speranza anche il “match più difficile e lungo della vita” può vederci uscire vittoriosi.

Non è la prima volta che capita una cosa del genere ad uno sportivo, gli ultimi casi sono stati quelli del calciatore del Barcellona Abidal e quello di Martina Navratilova. Entrambi sono tornati più forti di prima, ci auguriamo dunque che anche per Alisa vada a finire così, con la speranza di vederla al più presto in campo a dire a tutto il mondo che nel match della nostra vita che va in scena ogni giorno, non c’è avversario che non si possa battere.