Home Varie Satira Vacanze!

Vacanze!

337
CONDIVIDI

Caro, affezionato, impagabile, imprescindibile lettore (metti tutto al femminile se sei una lettrice). La domanda che dobbiamo farci ora è: la tua rubrica di satira preferita va in vacanza?
Non lo so! Ma questa di sicuro .
Nel frattempo ho chiesto ad alcuni lettori eccellenti di dire la loro sul ritorno della rubrica. Ma siccome non ne ho trovati ho fatto la stessa domanda a questi sotto.

Secondo il ministro dell’economia Giulio Tremonti tornerà tra fine agosto e gli inizi di settembre.
Pannella ha intrapreso un nuovo sciopero della fame perché ciò non avvenga.
Brunetta ha dichiarato che questa è la “rubrica di satira peggiore”.
Caldoro è felice: “In Campania di spazzatura ce n’era già troppa”.
Renzo Bossi sta ancora cercando di leggere il primo articolo. Ma il padre lo sta aiutando.
Mara Carfagna ha detto qualcosa. Ma non ho capito (e poi non è educato parlare con la bocca piena).
La Prestigiacomo ci teneva a precisare che nessun albero è stato abbattuto per realizzare la pagina che stai leggendo. Ma stamparla sarebbe un atto vile.
Marco Travaglio ne ha che ne ha da dire su questa rubrica.
Di Pietro ha dichiarato all’ansa: “Questa robba non ci azzecca niente con la satira e poi che ne so io, ma poi che me ne frega a me che se chiude”.
A me piaceva”, ha detto Michele Misseri.
Non ti piaceva”, ha ripreso la moglie.
Ma devi dire che ti piaceva”, ha concluso Sabrina.
Bersani ha detto che senza le primarie non torna un tubo.
Fini si è dissociato da ogni dichiarazione espressa in precedenza e ha detto che presto ne farà di nuove.
Capezzone ha detto qualcosa, ma non ce la faccio ad ascoltarlo.
Mi mancheraaaaaaaaa”, sono le parole struggenti di Gigi D’Alessio.
Silvio Berlusconi non ha voluto smentire alcuna dichiarazione.
Il presidente Napolitano, infine, non ha voluto firmare questo articolo. Per questo motivo non so se sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Ma siccome l’ultima parola spetta a me, sappiate che sto vagliando l’offerta vantaggiosissima che, a fine giugno, mi ha fatto il tabloid inglese “News of the world”. Non so ancora se accetterò.