Home Varie Ambiente Finanziamenti in arrivo per l’Università di Ferrara

Finanziamenti in arrivo per l’Università di Ferrara

Nel prossimo triennio in arrivo 800.000 euro per l' Università di Ferrara

514
CONDIVIDI
logo Università di Ferrara
logo Università di Ferrara

Le ricerche del Dipartimento di Chimica dell’ Università di Ferrara sulle energie rinnovabili ottenibili dalla conversione dall’energia solare, saranno finanziate dal FIRB: i soldi arriveranno nel prossimo triennio, grazie al successo di due progetti di ricerca guidati dai Proff. Franco Scandola e Carlo Alberto Bignozzi.

Il FIRB si occupa di incentivare la Ricerca Scientifica e Tecnologica nei settori di avanguardia della conoscenza e strategici per l’economia del nostro Paese: vengono presi in considerazione progetti di gruppi di ricerca incentrati su una tematica comune, in questo caso, la conversione dell’energia solare. E’ una tematica molto attuale, oggetto di dibattito direttamente e indirettamente: basti pensare al referendum sul nucleare su cui gli italiani son stati chiamati ad esprimersi.

La scuola di Fotochimica dell’Ateneo Ferrarese gode di un’ottima reputazione e i risultati del Dipartimento di Chimica ne confermano l’eccellenza internazionale e nazionale.
I progetti approvati – NanoSolar e SolarChem – si occupano della conversione fotovoltaica attraverso lo sviluppo di pannelli a base polimerica e della scissione fotoindotta dell’acqua per la produzione di idrogeno.
I giovani che si dedicheranno al progetto potranno far confluire le loro energie in nome di un traguardo motivante: vincere la sfida della crisi dell’energia nella direzione delle fonti rinnovabili, per salvaguardare l’ambiente e il benessere comune.
Infine, il valore ed il prestigio di questo risultato sicuramente attirerà finanziamenti di molte aziende del settore privato impegnate in questo ambito, che rappresenta il nostro futuro.

CONDIVIDI