Home News Giornata Mondiale della Gioventù, Benedetto XVI giunge a El Escorial

Giornata Mondiale della Gioventù, Benedetto XVI giunge a El Escorial

720
CONDIVIDI

Il maestoso Monastero Reale di San Lorenzo de El Escorial, costruito per volontá di Felipe II nella seconda metá del 1500 in commemorazione  della battaglia di San Quintin é divenuto meta del Santo Padre durante il suo secondo giorno di presenza a Madrid per la Giornata Mondiale Della Gioventú 2011.

Dopo l’incontro pomeridiano di ieri con migliaia di giovani pellegrini, prima presso la Puerta de Alcalá e poi in Plaza de la Cibeles, si é avviato all’incontro nella celebre sede de El Escorial con giovani religiose e professori accademici.

Questo luogo emblematico per la Spagna, nella mattinata odierna ha acquisito ulteriore significato, divenendo il punto di incontro per scienza e religione. Al suo arrivo presso il Monastero Reale, Benedetto XVI é stato accolto dal Presidente del Partimonio Nazionale, Nicolás Martínez Fresno e dal Padre Priore della Comunitá Agostina Antonio Iturbe Sainz, che ha offerto al Santo Padre l’acqua benedetta e mostrato successivamente una parte del Legno della Croce originaria.

Circa 1700 le giovani religiose, provenienti da 294 congregazioni e istituti spagnoli, delle quali 400 vivono in regime di clausura, hanno atteso l’arrivo del Papa.

Durante l’incontro con le giovani, Sua Santità ha ricordato che “il valore della radicalità evangelica è rimanere «radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede» (Col 2,7), che nella vita consacrata significa andare alla radice dell’amore a Gesù Cristo con cuore indiviso, senza anteporre nulla a tale amore (cfr S.Benedetto, Regola, IV, 21), con una appartenenza sponsale, come l’hanno vissuta i Santi, nello stile di Rosa da Lima e Raffaele Arnaiz, giovani patroni di questa Giornata Mondiale della Gioventù”.

Al termine di questo primo incontro, accompagnato dal Cardinal Bertone alla sua destra e il Cardinale Rouco Varela alla sinistra é poi giunto alla Basilica. Qui ad accoglierlo c’erano il Ministro dell’Educazione, Angel Gabilondo Pujol e 1500 giovani professori accademici di ogni parte del mondo.

Di seguito, terminato anche il secondo incontro, Benedetto XVI si é poi recato alla sua vettura per fare rientro nella cittá di Madrid – a 40 km di distanza da El Escorial -, dove a partire dalle ore 19:30 guiderá la Vía Crucis assieme al Cardinale e Arcivescovo di Madrid, Antonio Maria Rouco Varela.