Home Varie News Il Giappone ricorda Hiroshima

Il Giappone ricorda Hiroshima

244
CONDIVIDI

Sessantasei anni fa la città giapponese di Hiroshima veniva bombardata da un ordigno nucleare, per la prima volta (e unica) nella storia. Oggi è il giorno del ricordo, della riflessione, attraverso una cerimonia dove c’è stato spazio anche per l’attualità. Impossibile, infatti, non collegare quanto accaduto quel 6 agosto 1945 con il disastro della centrale nucleare di Fukushima. Qui, in seguito al sisma dello scorso marzo, l’allarme aveva raggiunto proporzioni altissime: è stata vera e propria emergenza nucleare, le cui ripercussioni si son fatte sentire in tutto il mondo.

Il premier Naoto Kan ha detto chiaramente che il Paese si concentrerà sulle energie rinnovabili e sulla progressiva riduzione del nucleare. «Rifletterò profondamente – ha detto Kan nel corso della cerimonia a Hiroshima – sul mito della sicurezza nucleare, indagando a fondo le misure fondamentali per garantire la sicurezza, così come la riduzione della dipendenza dalle centrali nucleari, puntando a una società che non ne sia più dipendente».

Anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha volto il pensiero alla bomba sganciata su Hiroshima durante la Seconda Guerra Mondiale: «Il trascorrere del tempo non attenua l’attualitá e il valore di grave monito delle dolorose vicende di Hiroshima e Nagasaki. Anche nel mondo contemporaneo è presente la sfida rappresentata da focolai di guerra e di violenza che impongono a tutti i Paesi democratici e amanti della pace di impegnarsi perché prevalgano le ragioni del dialogo e siano difesi i diritti inalienabili dell’uomo, in particolare dei civili e delle persone più indifese».