Home News Medico amputa pene ad un paziente senza autorizzazione

Medico amputa pene ad un paziente senza autorizzazione

651
CONDIVIDI

Ha inizio questa settimana il processo contro il medico del Kentucky accusato da un suo paziente di avergli amputato il pene senza autorizzazione. L’uomo sottoposto ad un intervento chirurgico nel 2007, una circoncisione per eliminare un’infiammazione, ha subìto un’amputazione del pene senza avere dato alcuna autorizzazione al medico a procedere in tal senso. Quest’ultimo, avendo trovato un cancro durante l’operazione, ha dichiarato di essere stato costretto a  procedere alla sua rimozione. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, nel 2008 il paziente  e sua moglie, hanno fatto causa al dottore e al Jewish Hospital a Shelbyville, in Kentucky, dove si è svolto l’intervento, per “aver causato una perdita di funzionamento, amore e affetto”.

L’avvocato del medico sostiene che il suo cliente era stato autorizzato a effettuare qualsiasi intervento considerato necessario, e di fronte al tumore “non ha avuto altra scelta”, ma i legali del paziente hanno fatto sapere che non si trattava di un’emergenza.

Un episodio simile si era già verificato negli Stati Uniti. Nel 1997 un uomo di Indianapolis, a cui era stato rimosso il pene e un testicolo senza autorizzazione, aveva vinto la causa contro il medico ottenendo un risarcimento di 2,3 milioni di dollari.