Home Varie Medicina & Salute Ritocchino sulla spiaggia: la moda del momento

Ritocchino sulla spiaggia: la moda del momento

554
CONDIVIDI

Alla prova bikini le donne erano solite prepararsi con largo anticipo, attraverso diete, sedute in palestra, massaggi, yoga, e qualunque misura potesse consentire di essere in forma per l’estate e  di potere esibire un corpo perfetto in vacanza.
Negli ultimi anni, il ricorso alla chirurgia estetica si è largamente esteso, soprattutto da parte degli “ossessionati” del corpo perfetto, meglio ancora se facoltosi. Ora, questi fanatici potranno trascorrere le loro vacanze estive all’insegna della chirurgia estetica: non sarà necessario correre dal chirurgo prima della partenza, per gonfiarsi le labbra o snellire i fianchi, perchè potranno farlo direttamente in vacanza, usufruendo della chirurgia last minute.

La moda del momento, infatti, è quella di approfittare di pacchetti ad hoc per gli amanti del ritocchino, messi a disposizione da alcune agenzie turistiche, che comprendono “volo + soggiorno + ritocco”, tutto compreso nel prezzo.
Il servizio è in voga soprattutto sulle spiagge africane, in Tunisia e Turchia.
“Tutti i difetti estetici sono letteralmente alla luce del sole ed è più facile trovare il tempo per fare un ritocchino”, conferma Alberto Capone, specialista in chirurgia plastica e primario di Chirurgia Plastica presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno. “Di frequente, poi, in spiaggia capita di rammaricarsi del proprio aspetto e, allo stesso tempo, di vedere fisici invidiabili che, oltre ad accentuare il disagio, alimentano la speranza di poter ottenere risultati paragonabili con la chirurgia. Tra settembre e ottobre gli studi medici fanno il pieno di pazienti che hanno prenotato una prima visita con il chirurgo estetico e nella maggior parte dei casi riferiscono di aver deciso per un intervento di chirurgia estetica proprio nel corso dei mesi estivi o quanto meno di averne parlato seriamente con il coniuge che di solito è presente all’incontro con il medico”.