Home Lifestyle Baila: questo programma non s’ha da fare

Baila: questo programma non s’ha da fare

538
CONDIVIDI

E’ arrivata stamane l’ordinanza sul presunto plagio da parte di Canale 5 del programma di Rai 1 “Ballando con le stelle”.
Ebbene, il giudice ha dato ragione a Milly Carlucci, al suo legale e alla stessa Rai, che avevano presentato ricorso al tribunale di Roma.
Il programma, la cui prima puntata era prevista stasera, non andrà in onda.

Secondo il giudice Gabriella M. “Baila!” e “Ballando con le stelle” appaiono «l’uno riproducente l’altro», «ricorre la contraffazione di “Ballando”, e il relativo illecito per violazione del diritto di proprietà intellettuale».

«”Ballando” – si legge nell’ordinanza – è caratterizzata da una creatività sufficiente a differenziarla da altre gare di ballo, creatività i cui caratteri di individualità sono principalmente l’accoppiamento di persone non note con personaggi noti, la selezione e l’eliminazione con la combinazione di una giuria del voto popolare e l’aggiudicazione di un premio». Elementi che, secondo il giudice, «sono presenti anche nella concorrente trasmissione “Baila”».

Le differenze tra i due format sono minime (criteri di formazione delle coppie, ruolo dei ballerini, composizione della giura, interazione col televoto) e non conferiscono al programma di Mediaset un’autonomia creativa sufficiente.
Sicuramente la Endemol, Barbara D’Urso e Canale 5 faranno ricorso per poter più avanti mandare in onda il programma.