Home News Cronaca Omicidio Mez: le novità del processo ad Amanda e Raffaele

Omicidio Mez: le novità del processo ad Amanda e Raffaele

355
CONDIVIDI

La Procura generale di Perugia ha chiesto l’ergastolo per Amanda Knox e Raffaele Sollecito  nel processo d’appello per l’omicidio di Meredith Kercher. I due si son sempre proclamati innocenti.

In primo grado la Knox e Sollecito sono stati condannati rispettivamente a 26 e 25 anni di reclusione che stanno scontando in carcere. E’ stato invece già definitivamente condannato con rito abbreviato Rudy Guede, che sconterà 16 anni di reclusione.

Secondo il pm, Amanda impugnava il coltello con cui è stata uccisa la studentessa inglese.
“Hanno ucciso per nulla”, ha sottolineato il pm, che ha parlato della “scelta del male fatta per soddisfare bassi e riprovevoli istinti”.
“Le tracce di sangue misto di Amanda e Meredith in bagno, l’impronta del piede insanguinato di Sollecito su un tappetino e quelle di Amanda e Raffaele sul corridoio permettono di affermare la presenza degli imputati nella casa del delitto e quindi la loro responsabilità”.

Ma proprio quell’impronta di piede potrebbe, invece, scagionare Sollecito: secondo il professor Francesco Vinci, infatti, quelle impronte non apparterrebbero a Sollecito, bensì sarebbero compatibili col piede di Rudy Guede. Il piede di Sollecito, infatti, ha caratteristiche morfologiche diverse.