Home Lifestyle Le nuove Iene tornano su Italia1

Le nuove Iene tornano su Italia1

403
CONDIVIDI

Ilary BlasiStesso studio, stesso format, nuova conduzione: sono tornate Le Iene, ma senza gli storici pilastri Luca e Paolo. A sostituirli, al fianco di Ilary Blasi, ci sono gli attori Luca Argentero ed Enrico Brignano.
Il programma satirico confema il tono di denuncia dei suoi servizi: si parte con l’inchiesta di Giulio Golia sul monopolio della camorra sui servizi funebri a Casoria, le immagini e le telefonate raccontano un sistema di racket ben collaudato che  fa lievitare enormemente i costi attraverso il presidio monopolistico del territorio. Si passa poi al servizio sulla sabbiatura dei jeans, una tecnica di lavorazione che provoca tumori e miete ogni anno migliaia di vittime: il tentativo di parlarne con grandi stilisti come Cavalli e Dolce e Gabbana fallisce, e certo l’alta moda non ci fa una gran figura!

Immancabile la satira, anche quella sul premier e lo scandalo sessuale che lo vede coinvolto: i conduttori in studio lanciano l’intervista a Manuela Arcuri che irritò Berlusconi tanto da cancellare l’attrice del carnet delle sue amiche speciali. Ma i servizi più irriverenti sono certo quelli di Enrico Lucci, che incontra a Roma, durante un dibattito pubblico organizzato dall’Italia dei Valori, l’ex governatore del Lazio Piero Marrazzo: ne viene fuori un’intervista quasi surreale, che tra giudizi a sfondo morale e ironia sul mondo transessuale, ci restituisce una bella dimostrazione di come sia semplice mettere alla berlina i nostri politici. Ma avrà il coraggio questo gruppo di ragazzacci apparentemente liberi, di renderci lo stesso servizio con protagonista il premier Berlusconi? Staremo a vedere, in fondo è solo la prima puntata.

E tocca sempre a Lucci, col suo solito fare beffardo, raccontare lo sballo e la trasgressione sull’isola di Ibiza, mentre Mauro Casciari smaschera una finta associazione di volontari, che raccoglie fondi un promettendo di devolverli per la ricerca e la cura della sclerosi multipla, ma di cui non si ha traccia in nessun ospedale o fondazione di ricerca.

Che il punto forte della trasmissione siano i reportage degli inviati non è una novità, ma il confronto con la conduzione in studio si è fatto sentire più di prima.
Probabilmente è solo un problema di rodaggio, per trovare l’intesa giusta ci sarà tempo, ma per ora, a parte Ilary, la padrona di casa che ormai è una veterana, le due new entry hanno ancora del lavoro da fare. Argentero ha una buona presenza scenica ma interagisce poco, Brignano da il meglio di sè nei monologhi, quasi fosse ancora a Zelig. Ma siamo certi che il trio si rifarà: nel frattempo ci penseranno le Iene sul campo a tenere alta l’attenzione degli spettatori!