Home Arte Sandro Botticelli e Filippino Lippi in mostra alle Scuderie del Quirinale

Sandro Botticelli e Filippino Lippi in mostra alle Scuderie del Quirinale

653
CONDIVIDI

Sandro BotticelliLe Scuderie del Quirinale dedicano una grande mostra antologica alla pittura quattrocentesca di Filippino e del suo maestro Botticelli.

La vicenda artistica e umana di Filippino Lippi (Prato 1457 circa – Firenze 1504) si svolge tra Prato, Firenze e altre città nella seconda meta del 1400 e si incrocia con quella di Sandro Botticelli (Firenze 1445 – 1510). Chiamato Filippino, per distinguere il suo nome da quello del padre Filippo Lippi, anche lui pittore, divenne un artista di stimato valore, a cui Giorgio Vasari riserva nella ‘Vita’ dedicatagli, parole di elogio per il “bellissimo ingegno” e la “vaghissima e copiosa invenzione”

La rassegna pittorica, oltre ad illustrare i circa 34 anni di produzione artistica di Filippino Lippi, intende mostrare il profilo dell’artista restituendogli il giusto valore accanto alla figura del maestro Botticelli, di cui divenne, da allievo, un vero e proprio emulo e rivale.

Il percorso espositivo si articola tra le opere dei due artisti e di alcuni pittori a loro collegati, da Raffaellino del Garbo a Piero di Cosimo, dal grande tondo conla Madonna col Bambino e storie di Sant’Anna del padre fra Filippo (Firenze, Galleria Palatina, 1452) a capolavori di Filippino come l’Adorazione dei Magi della National Gallery di Londra (1478-1479) restaurata per la mostra, la celebre Visione di san Bernardo della Badia fiorentina (1485-1486), la Madonna Strozz idel Metropolitan Museum of Art di New York (1485 circa) essa pure restaurata per l’occasione, e l’Allegoria della Musica di Berlino (Gemäldegalerie, 1500 circa), solo per citarne alcune, a confronto con preziose opere botticelliane fra cui la rarissima Derelitta prestata eccezionalmente dai Principi Pallavicini di Roma.

Il prezzo del biglietto è di 10 euro e di 7,50 euro per il ridotto.

La mostra chiuderà al pubblico domenica 15 gennaio.