Home Hi Tech Wikipedia a rischio chiusura

Wikipedia a rischio chiusura

1375
CONDIVIDI

Wikipedia oggi si presenta così: “[…] in queste ore Wikipedia in lingua italiana rischia di non poter più continuare a fornire quel servizio che nel corso degli anni ti è stato utile […] La pagina che volevi leggere esiste ed è solo nascosta, ma c’è il rischio che fra poco si sia costretti a cancellarla davvero”.

Come viene spiegato, il temporaneo (o definitivo?) oscuramento del sito dipende dal Disegno di legge – Norme in materia di intercettazioni telefoniche etc., p. 24, lettera a) comma 29, che recita: «Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono.»

“Tale proposta di riforma legislativa, che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni – continua il messaggio sulla home page di Wikipedia – prevede, tra le altre cose, anche l’obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine. Purtroppo, la valutazione della “lesività” di detti contenuti non viene rimessa a un Giudice terzo e imparziale, ma unicamente all’opinione del soggetto che si presume danneggiato. Quindi, in base al comma 29, chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line e, molto probabilmente, anche qui su Wikipedia, potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiedere l’introduzione di una “rettifica”, volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti.”

Wikipedia fa appello all’articolo 27 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, che recita: «Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico e ai suoi benefici. Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.»

Il sito vede limitare la propria libertà e indipendenza, ritiene inaccettabile l’obbligo di pubblicare tra i contenuti le smentite previste dal comma 29, a prescindere da qualsiasi verifica; è una costrizione che “snatura i principi alla base dell’Enciclopedia libera e ne paralizza la modalità orizzontale di accesso e contributo, ponendo di fatto fine alla sua esistenza come l’abbiamo conosciuta fino a oggi”. E’ chiaro, infatti, che si rischia di smettere di occuparsi di determinati argomenti o personaggi, “per “non avere problemi”.

Gli utenti della rete sono in rivolta e si sono mobilitati per Wikipedia come hanno fatto anche per Nonciclopedia. Quest’ultima pagina ha rivolto un caloroso ringraziamento ai suoi fans, come si può leggere nel comunicato che compare sulla home page del sito, nel quale viene anche specificato che l’intento dello staff “non è mai stato quello di incitare l’utenza contro Vasco, quanto quello di informarla dei fatti avvenuti”.

A quanto pare, Tania Sachs, la portavoce ufficiale del rocker, ha assicurato che ritirerà la querela contro Nonciclopedia, che aveva causato l’oscuramento.

41 COMMENTI

  1. Mi dispiace per Pasquino, non legge o non si informa tranne che sui canali Mediaset (quindi disinformazione totale) il DDL di fatto cancella ogni possibilità tua, mia, di chiunque di esprimere opinioni. Lo chiamano popolo delle libertà ma di fatto le libertà sono solo quelle di chiuderci bocca, orecchi, naso, occhi… lo sapete che solo la Cina, la Russia e qualche stato dell’Africa hanno la censura che abbiamo noi attualmente? Informatevi siamo nella piena Dittatura e crediamo di esser liberi!! E poi io come cittadina ho il diritto di sapere cosa fa il politico mafioso che IO PAGO CON I MIEI SOLDI O NO???!!!!!! IO VOGLIO E DEVO SAPERE SE SONO MAFIOSI, PUTTANIERI, LADRI, ALTRIMENTI COME FACCIO A VOTARE LA PROSSIMA VOLTA?

  2. ben detto Evagatta  questi bastardi ci fanno credere ke siamo liberi invece ci usano x fare i loro comodi.inoltre è anti democratico  limitare la liberta di espressione

  3. invece di censurare i siti internet dobbiamo noi utenti e quindi cittadini censurare il nostro governo…tutto da destra a sinistra senza esclusione di colpi…ne abbiamo piene le scatole di questa feccia!!!

  4. i soliti casini italiani !!!! ci distinguiamo sempre dagli altri per fatti esclusivamente negativi ….. grazie ai nostri deputati e senatori tutti nessuno escluso ! salvo qualche eccezione !

  5. Perchè dovrebbe chiudere Wikipedia!! IL DDL vuole solo regolamentare e mi SEMBRA GIUSTO CHE SI CANCELLINO LE PAGINE CHE POSSANO OFFENDERE qualcuno. Se poi Wikipedia vuole chiudere sono fatti SUOI che faccia pure!!!! INTERNET è così vasta che ci sono 10000 alternative!!!!! NESSUN PROBLEMA!!!!

  6. Forse non inquadri il punto, il problema NON è CANCELLARE LE PAGINE !!! Questo si è sempre fatto ma quando imposto da un giudice, il quale stabilisce se c’è stata realmente un’offesa o meno nei confronti di qualcuno. Invece con il famigerato comma 29 tutto diventa l’opposto, chi si ritiene offeso può chiedere la chiusura di una pagina e il sito “entro una certa tempistica” deve chiudere la pagina. A prescindere se realmente c’è o meno il dolo. Qui la questione non è politica, io non sono ne di destra ne di sinistra, ma credo nel diritto d’espressione, diritto che comunque se usato male viene punito per legge. Quindi siamo sicuri che un’organo che non sia giurdico debba decidere della libertà d’espressione di tutti? Poi quando dici che internet è una cosa Vasta e ci sono 10000 alternative io ti dò ragione, ma queste alternative ci sono proprio perché è e dovrebbe essere libero, non costretto da leggi che ne depotenziano l’uso! Se si ha paura di sentire il parere della gente ci si può tappare le orecchie, ma non si può tagliare a loro la lingua! O sbaglio?

  7. Kranish siamo tutti con te…se ti va possiamo pubblicare il tuo pensiero su facebook…sensibilizzand maggiormente quello ke potrebbe succedere cn la conversione di questo decreto in legge!!!

  8. Non sbagli affatto. Solo gli idioti o i despoti si comportano come si stanno comportando le alte istituzioni in Italia. La libertà di pensiero è sacrosanta e va preservata, così come quella di stampa. Questo DDL è inaccettabile proprio perchè andrebbe a minare l’esistenza di Internet ed è un altro dei soliti metodi per controllare il pensiero e l’istruzione delle persone. Cosa che, naturalmente, fa sempre piacere a chi sta al Governo (che sia di destra o di sinistra non importa, tanto una volta che sono su fanno comunque i loro porci comodi).

  9. Mi viene da vomitare….non ci posso credere che stia succedendo questo! Vi prego ditemi che è un brutto sogno!!!! Ma che razza di motivazione è il rischio di offendere qualcuno?!?!?!?!!? Allora Youtube, Twitter, la Radio, la Televisione, il semplice andare in pizzeria, al bar, a bere una caffè e PARLARE di TUTTO CIO’ CHE UNO VUOLE, i LIBRI, (ossignore I LIBRI, comincio a temere per loro!!!!!!!!!!!!), la LIBERTA’ DI PENSIERO!!!!! Noi tutto abbiamo capito quello che cercano di fare! Vogliono creare un nuovo Medioevo, vogliono oscurare le nostre menti, vogliono propinarci quello che intontisce, vogliono stordirci CON IL NULLA, volgiono insabbiare la realtà (Wikileaks…..lo abbiamo ben presente!)! MAI! NON DOBBIAMO PERMETTERLO! QUESTA E’ DITTATURA! Voler tappare la bocca a tutti è contro i principi di libertà dell’uomo! Se accade qui ci sarà la rivoluzione….temo che Einstein avesse ragione: “Non so se ci sarà la terza guerra mondiale; di certo so che la quarta si combatterà con sassi e bastoni”…e noi stiamo al bordo del baratro. NON LASCIAMOCI INFINOCCHIARE!!!!! Scusate lo sfogo, ma non ci posso credere! Spero che almeno qui io possa ancora lasciare la mia opinione……

  10. WIKIPEDIA e’ utilissimo, perche’ se non trovi qualcosa su una enciclopedia vera, la puoi trovare qui e stamparla, serve ad informarsi gratuitamente sulla storia, personaggi, serie tv, film e qualsiasi altra cosa. Se lo levano da Internet e’ una vergogna x tutta l’Italia, ridateci WIKIPEDIA !!!!

  11. Scusate ho fatto un po’ di errori ortografici ma sono troppo arrabbiata e ho scritto di getto senza rileggere…..Perdono.

  12. invece di scacciare a calci nel sedere chi a spese nostre, quindi a spese dei cittadini, va a puttane, pensano ad eliminare un sito molto utile, soprattutto nel campo della scuola e per cosa ? per qualche termine presente in delle spiegazioni contro il governo, questi infiatti hanno rosicato, e hanno censurato tutto.
    CHE SCHIFO !

  13. Infatti se non ho capito male hanno appena modificato il comma 29 ? Sembrerebbe che ora è attuabile solo agli editori online che hanno anche una versione del giornale su carta stampata… non prendo ancora la notizia per certa ma sembrerebbe essere così… comunque rimane una sciocchezza, io preferisco avere   giornali non soggetti alle rettifiche da un’organo esterno! Mi ricorderebbe il libro 1984 e il finale è molto triste…

  14. invece di cancellare queste pagine,che si ritengono utili.

    Perchè non cancelliamo Facebook,twitter,chatroulette,i siti porno!
    Perchè non togliamo le schifezze varie invece di censurare queste pagine utili eh!?
    Parlo io che ho 15 anni.

  15. Naaa dai… su facebook ci sono già persone che si mobilitano meglio di me, con migliori nozioni di causa e con maggiore costanza! A me interessa solo dire la mia qui e li, dire quello che penso, ossia che si può fare di tutto ma non si può limitare la libertà di espressione! Gia siamo tra gli ultimi in europa per quanto riguarda questa libertà, vogliamo finire più in basso? …

  16. fino a poco tempo fa  la Cina e qualche altro stato erano da noi Italiani guardati come quei pochi stati che censuravano la libera informazione; se questa legge , come presumo che sia, passera’ possiamo dire che anche l’Italia ne fara’ parte . Dire che siamo in uno Stato libero sara’ solo un eufemismo .

  17. Prima ci hanno tolto tutti i diritti come lavoratori, piano piano, tra un gossip e una chiappa, poi ci hanno impoverito le scuole e tutte le attività legate alla cultura e al conoscere togliendo fondi e risorse, più ignoriamo meglio è,  poi si vendono la cosa pubblica per due euro, ci rimettono e non sanno neanche fare di conto, o forse lo sanno fare ma vogliono avvantaggiare qualcuno. E noi zitti!!! Zitti!!!! Adesso ci chiudono la bocca e ci mettono il bavaglio su internet. Ma non sono coloro che ci devono proteggere dal famigerato comunismo????? E invece sono loro che si Stanno TRASMORMANDO NELLA PEGGIORE SPECIE ” OSCURANTISTI TIRANNICI”. L’Italia è in mano a 500 persone che ne fanno il bello e il cattivo tempo. Ci tolgono l’informazione dalla televisione, tolgono i programmi che informano i cittadini e ci piazzano trasmissioni che si interrogano sul rapporto tra gli italiani e le suocere …………….ma siamo fuori di testa o cosa ……………………..io non so più cosa pensare……..

  18. “…romba il potere che detta le regole, cade la voce della libertà…” Pierangelo Bertoli -1992

    *però stavolta ci avete rotto…ADESSO BASTA!!!!

  19. italiani forse non lo avete capito… questa a casa mia si chiama DITTATURA, ci stanno vietando il diritto del libero pensiero!

  20. ci vogliono ignoranti…semplice…un popolo ignorante e di bassa cultura, che non sa o gli viene impedito di controbattere esprimendo la propria opinione è + facile da governare… 
    va bene padrone…si padrone…

  21. ti vorei far capire che esiste gia la norma che regola le offese alla persona tramite appunto la querela, ma qua stiamo parlando di altro e cioe’ che qualunque cosa sia scritto sul web che ritengo non sia di mio gradimento allora ne posso chiedere la rettifica o la cancellazione. Questo e’ il PDL che di liberta’ ne sta lasciando veramente poca per la paura che si scriva su l’ unica informazione libera di tutte le Putt….nate che il ( purtroppo ) nostro presidente del consiglio fa tutti i giorni. 

  22. Concordo con te ira , la parte dei libri eccezionale ( su quella riga ho riso , perchè ironica verità ) Comunque per cambiare un pò le leggi lo sappiamo tutti che non basta scrivere un commento, se si vuole fare qualcosa di serio bisogna fare una rivoluzione di massa internazionale , cosa assai probabile visto che quasi tutti pensano ai fatti propri ( casa-lavoro-famiglia-mutuo della casa) e non ci mettono impegno per vià della troppa fatica morale e fisica, in pratica tutti scansafatiche perchè ci vuole tempo e nessuno perde tempo per cose di questo genere perchè le energie che ci spenderebbe dietro sn quelle che gli servirebbero ad altri progetti come appunto scritto qualche riga sopra ovvero mutuo-famiglia,ecc…
    ci dobbiamo rassegnare ! per quanti mai potremmo essere a protestare in ogni modo possibile non saremo mai abbastanza… lo sò è brutto ma è così !!!

  23. ma dai ma come si fa! ridateci wikipedia!!!! non esiste un sito migliore per cercare informazioni!!! governo svegliati!!!

  24. C’è troppa puzza di regime!!! Ma siamo tutti buoni a parlare mentre continuiamo a stare a 90 gradi. Chissà che cosa aspettiamo che ci facciano prima di incazzarci sul serio!

  25. E’ tutto da vedere Scare-die, è tutto da vedere! Lo sai che credo, in fondo in fondo???? Che questa sarà un’ottima occasione per massacrare la PIOVRA che, così facendo, si è rivelata vulnerabile…è il suo “canto del cigno”…..hihihihihihi….

  26. Condivido pienamente…..questo e’ il passo verso la definitiva dittatura….tutti schiavi gli italiani….mi vergogno di questo paese..

  27. ….avete visto che fine ha fatto il canale current su SKY? ….oscurare la libera informazione…..era un segnale ben tangibile

Comments are closed.