Home News Acconto Irpef più leggero: è il primo provvedimento del governo Monti

Acconto Irpef più leggero: è il primo provvedimento del governo Monti

472
CONDIVIDI

Giorni di intenso lavoro per il neopremier Mario Monti: oggi è atteso al vertice trilaterale con Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, per parlare delle misure economiche da adottare in Italia per far ripartire la crescita ed arrestare la speculazione finanziaria. A Strasburgo ci si attende da Monti un contributo di idee sulle prospettive economico-politiche dell’Ue: è probabile che si discuterà anche di Eurobond (Buoni del Tesoro Europei), o meglio, di Buoni di stabilità europei, che dovrebbero servire a dare maggiori garanzie agli investitori istituzionali.

Intanto ieri c’è stata la prima riunione operativa del nuovo Consiglio dei Ministri, che ha approvato il decreto legislativo su Roma Capitale, attuativo della legge delega sul federalismo fiscale. Tra le misure già approvate inoltre, c’è il decreto che riduce entro novembre l’acconto Irpef dal 99 all’ 82% per il 2011, mentre la differenza sarà versata a giugno: ciò significa che circa 400 a testa resteranno temporaneamente nelle tasche dei cittadini, per dare impulso ai consumi stagnanti e attutire l’aumento dell’Iva.

Sempre ieri, in un incontro con i presidenti delle Camere Fini e Schifani, il premier ha concordato un iter parlamentare “più agevole, condiviso e veloce” per i provvedimenti economici urgenti in materia di Iva, Ici e mercato del lavoro, per cui il governo utilizzerà anche la forma del decreto. Il primo voto in aula è previsto per martedì.