Home Lifestyle Baciati dall’amore: il ritorno di Lello Arena e il saluto a Pietro...

Baciati dall’amore: il ritorno di Lello Arena e il saluto a Pietro Taricone

405
CONDIVIDI

Baciati dall’amore è una fiction in 6 puntate che racconta una storia d’amore vissuta all’ombra del Vesuvio: Napoli è una delle protagoniste principali, che fa da sfondo alla storia tra Carlo Gambardella e Valentina Trevisol.
Lui, interpretato da Giampaolo Morelli, è un giovane fioraio napoletano, che abbandonato dalla moglie e con 5 figli, torna a vivere con i genitori, che non perdono occasione di ricordargli i suoi fallimenti.
Lei, che ha il volto della bella Gaia Amaral, è una biologa milanese trasferitasi a Napoli per seguire il papà, un sostituto procuratore, e nonostante sia già fidanzata di un giovane in carriera, si innamora di uno spiantato napoletano con un’estrazione culturale molto diversa dalla sua, Carlo appunto.

La fiction, che andrà in onda dal 15 novembre su Canale5, segna il ritorno sulle scene televisive di Lello Arena, l’indimenticabile spalla di tanti film di Troisi: l’attore interpreta il papà del protagonista, Gaetano Gambardella, un mite fioraio sposato da trent’anni con Concetta (Marisa Laurito), che ha la sventura di somigliare troppo ad un boss della malavita, tanto da essere arrestato al suo posto. Insomma una trovata da perfetta commedia degli equivoci, che si innesta sulla storia d’amore dei due protagonisti, sfruttando quel bacino inesauribile di situazioni che il confronto nord-sud è capace di evocare.

Tra gli attori anche Pietro Taricone, in quella che è stata la sua ultima interpretazione prima di morire in un tragico incidente nel giugno dello scorso anno: l’attore interpreta Antonio, aspirante cantante neomelodico alla ricerca del successo. Il suo è forse il personaggio più comico della serie, una specie di Checco Zalone in salsa partenopea.

Baciati dall’amore è stata premiata come miglior fiction dell’anno alla quarta edizione del Galà del cinema e della fiction, a Castellammare di Stabia, dove è stata proiettata in anteprima. In occasione della premiazione, il regista Claudio Norza ha dichiarato: “la serie è dedicata a Taricone per volontà di tutto il cast. Pietro se n’è andato un mese dopo la fine delle riprese e questo vuole essere un omaggio al suo talento. Abbiamo aspettato a mandarla in onda per rispetto alla sua famiglia: tanti squali non si sarebbero certo fatti scrupolo di cavalcare l’emozione a ridosso del tragico evento”.