Home News Cronaca Caso Claps, Danilo Restivo condannato a 30 anni

Caso Claps, Danilo Restivo condannato a 30 anni

633
CONDIVIDI

Danilo Restivo è stato condannato a 30 anni di carcere. Con la sentenza di oggi, del Gup di Salerno, è stata messa la parola “fine” al caso di Elisa Claps, la studentessa potentina uccisa il 12 settembre del 1993 e il cui cadavere è stato ritrovato il 17 marzo 2010 nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità a Potenza.

Restivo è l’unico imputato per l’omicidio di Elisa Claps Avrei preferito che Danilo mi avesse fatto riabbracciare Elisa”, sono state le prime parole della mamma della vittima, Filomena, che in mattinata aveva detto: “Non perdonerò mai Restivo“. E si è rivolta all’uomo indirettamente facendo appello alla madre affinché invitasse il figlio a non nascondere nulla e a dire tutta la verità. “Devi dire a Danilo: prendi carta e penna e scrivi alla mamma di Elisa per dire tutta la verità”, ha detto Filomena Claps.

L’imputato, detenuto nel carcere in Gran Bretagna per l’omicidio della sua vicina Heather Barnett, non era presente al momento del verdetto.

Ma nel mirino degli inquirenti ci sono anche i sacerdoti della chiesa potentina, oggetto delle critiche della famiglia Claps per tutto quanto è avvenuto in questi lunghi 17 anni.