Home News Cresce l’attesa per le dimissioni del Presidente Silvio Berlusconi

Cresce l’attesa per le dimissioni del Presidente Silvio Berlusconi

861
CONDIVIDI

Si è consumato oggi l’ultimo atto ufficiale del governo Berlusconi: la Camera ha approvato il ddl Stabilità, promulgato in serata dal Capo dello Stato. Subito dopo il voto si è svolto a Palazzo Chigi un Consiglio dei Ministri straordinario per formalizzare le dimissioni del Premier, che è atteso per le 20.30 al Quirinale, seguito poi da un Ufficio di presidenza del Pdl a Palazzo Grazioli.

Proprio davanti alla residenza romana del Presidente, una folla di contestatori si è riunita per festeggiare la resa al grido di “dimissioni“: oltre ai cori da stadio, tanti i cartelli che inneggiano alla fine del berlusconismo, con le scritte “bye bye silvio“, “game over” e “12 novembre festa di liberazione“. Il tifo da stadio rivolto a ministri ed esponenti Pdl riuniti per l’ufficio politico, scatena la reazione di alcuni di loro: al grido “andate a casa”, Mara Carfagna risponde: “Andiamo via, siete contenti?”. Più esplicito il ministro Sacconi che alza il dito medio verso i contestatori. Contestazioni dure anche per il Premier, al grido di “abbiamo un sogno nel cuore, Berlusconi a San Vittore“; stesse frasi davanti a Palazzo Chigi: “Berlusconi al 41 bis“.

Al Quirinale intanto si intona l’alleluja con un orchestra radunatasi per l’occasione e si sventolano bandiere tricolore. La piazza si riempie velocemente in attesa di Silvio Berlusconi, che consegnerà le sue dimissioni nelle mani del Capo dello Stato e darà conto della linea politica emersa dalla presidenza del Pdl per il sostegno ad un esecutivo tecnico.

 

1 COMMENTO

  1. sperando..e  augurando   che’…kualcosa…..puo’ kambiare………………….certo  non  sara’  molto  facile…pero’  speriamo  ke’…………………..

Comments are closed.