Home Varie Teatro In scena: Nel nome del padre di Terry Paternoster

In scena: Nel nome del padre di Terry Paternoster

451
CONDIVIDI

“Nel nome del padre” racconta il dramma di una violenza subita all’interno di una famiglia del sud Italia.

La storia è divisa in tre parti ovvero il punto di vista di tre donne che spiegano allo spettatore le dinamiche di quanto accaduto e tutto succede così in fretta che solo alla fine c’è il tempo di realizzare e capire veramente il dolore che si vuole comunicare.

Quando si accendono le luci in sala il pubblico resta seduto sulla poltrona e ripensa in silenzio a quanto ha appena visto e ha bisogno di un paio di minuti per metabolizzare.

Terry Paternoster, già finalista del premio Calcante per la drammaturgia, si rivela un’eccellente drammaturga e attrice in grado di coinvolgere per circa un’ora con la sola forza della sua voce (resta seduta per tutto il tempo) e delle sue parole.

La scenografia è assente e tutto ruota attorno a otto fari disposti intorno all’attrice come a suggerire che non è necessario specificare luogo e tempo. Il dialetto dei personaggi sono più che sufficienti a farci capire che ci troviamo in un paesino della Puglia . Per quanto riguarda il tempo, in realtà questo dramma è senza tempo; è il dramma di una condizione della donna che è sempre esistito e che ancora oggi non è del tutto risolto.