Home News Cronaca Arrestato primario a Belluno: chiedeva tangenti per la procreazione assistita

Arrestato primario a Belluno: chiedeva tangenti per la procreazione assistita

708
CONDIVIDI

La Guardia di Finanza di Belluno ha arrestato questa mattina il primario di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Pieve di Cadore, Carlo C., 62 anni. Il medico chiedeva tangenti ai pazienti per accorciare le liste d’attesa della procreazione assistita, approfittando del disperato desiderio dei pazienti di diventare genitori. I malcapitati erano indotti a pagare fino a 2.500 euro per ciascun tentativo di procreazione medicalmente assistita.

Le famiglie che hanno accettato di pagare la cifra per coronare il sogno di avere un bambino sono sei, ma non si esclude che si siano verificati altri casi. Il medico prometteva ai suoi pazienti la riduzione della lista d’attesa pubblica, normalmente pari a 2 anni, a pochi mesi. Lo specialista dovrà ora rispondere delle accuse di concussione aggravata e continuata e di interruzione di pubblico servizio.