Home News Cronaca Cristiano Doni arrestato per vicende su calcioscommesse

Cristiano Doni arrestato per vicende su calcioscommesse

"Giù le mani dal capitano", tifosi atalantini sotto choc per l'arresto di Cristiano Doni

506
CONDIVIDI

cristiano doni atalantaCristiano Doni è stato arrestato per le vicende sul calcio scommesse.
L’ex capitano dell’Atalanta si sarebbe reso colpevole di inquinamento delle prove in merito alla vicenda che ha sconvolto il mondo del calcio.
Il calciatore avrebbe pagato la parcella dell’avvocato di Nicola Sartori, un altro indagato, per paura che questi potesse parlare con gli inquirenti. Doni, inoltre, in occasione delle partite truccate, utilizzava una scheda intestata ad un rumeno al fine di evitare possibili intercettazioni.
Con lui sono finiti in carcere, perché coinvolti nella combine delle partite, gli ex giocatori Luigi Sartor (Parma, Vicenza, Inter e Roma) e Alessandro Zamperini (serie B, Lega Pro). In manette anche altri due calciatori ancora in attività: Carlo Gervasoni del Piacenza (attualmente sospeso) e Filippo Carobbio dello Spezia. Per la procura di Cremona, questi sarebbero i principali referenti di una organizzazione, che ha il suo vertice a Singapore, volta a combinare le partite per poi scommettere forti somme di denaro.

La notizia dell’arresto di Cristiano Doni ha sconvolto i tifosi bergamaschi. “Ho le lacrime agli occhi”, “giù le mani dal capitano”, sono alcuni degli sfoghi comparsi sul forum del sito nerazzurro e sui social network. Altri invitano a malincuore la società a prendere distanza dall’ex capitano.
Bergamo è senza parole, del resto Doni è stato un simbolo, non solo della squadra, ma dell’intera città da tanti anni.
L’Atalanta riprenderà gli allenamenti nel pomeriggio a porte chiuse, per preparare la sfida col Cesena, ma la situazione psicologica è, ovviamente, pesantissima. Doni, nonostante la squalifica, si stava allenando con i compagni e anche oggi sarebbe dovuto scendere in campo. L’assenza del “capitano” peserà tantissimo.