Home News Il ritorno di Berlusconi. Attacca Monti, cita Mussolini e richiama Bossi

Il ritorno di Berlusconi. Attacca Monti, cita Mussolini e richiama Bossi

744
CONDIVIDI

Berlusconi MussoliniMonti è disperato” e non è detto che questo governo duri. Silvio Berlusconi torna alla ribalta della scena politica italiana, esternando le proprie sensazioni durante la presentazione del libro di Bruno Vespa.
Il discorso dell’ex è volto a criticare l’operato del governo tecnico, ritenuto incapace di gestire una situazione difficile come quella del nostro Paese.
Il Cavaliere sostiene che “nessuno nella situazione italiana può pensare di fare le cose nel modo giusto, a meno che” non venga modificata la struttura istituzionale: modifica che dovrebbe essere fatta da “una parte politica”.
Le perplessità dell’ex premier sulla manovra sono chiare e decise: “Non si possono cambiare le pensioni, se si toccano i diritti acquisiti, o fare la patrimoniale continuativa per i capitali rientrati con lo scudo fiscale. Non ne facciamo una battaglia perché gli evasori non sono simpatici, ma uno Stato non può e non deve fare queste cose”. Berlusconi è convinto, dunque, che il governo Monti potrebbe non avere “di fronte a sé tutto il tempo della legislatura”, e nell’incertezza del momento politico ripropone la presenza del suo partito come soluzione per la crisi: “Noi siamo pronti a votare”.

Berlusconi, al fine di rafforzare le sue argomentazioni sul vuoto politico nel nostro Paese, chiama in causa anche Benito Mussolini. “Sto leggendo i suoi diari e mi ritrovo in molte situazioni. Si lamentava della mancanza di poteri visto che non riusciva nemmeno a raccomandare una persona”. Ora, il lugubre richiamo al capo assoluto del fascismo, trasforma quello che poteva sembrare lo sfogo di un anziano che si annoia dopo essere andato in “pensione”, in un preoccupante allarme per tutti gli italiani. Chiamare in causa il Duce per giustificare una presa di posizione forte rispetto ad un vuoto politico, richiama alla mente fantasmi di cui gli italiani farebbero volentieri a meno. Specie in un momento dove i movimenti di estrema destra sembrano risorgere dal traballare di una società malata come quella occidentale, vedi i due senegalesi uccisi pochi giorni fa a Firenze. Insomma, ci manca soltanto la marcia su Roma e poi siamo apposto!

Forse era meglio quando l’ex primo ministro, ancora in carica, raccontava le barzellette. Del resto, l’imbarazzo è sempre preferibile alla paura. Ad ogni modo, per tutti quelli che pensavano di essersi liberati da una presenza ingombrante non c’è tregua. Berlusconi, nel suo intervento parla anche di Umberto Bossi: “ L’alleanza con la Lega non è persa: se vanno da soli alle prossime amministrative perdono, e fanno perdere tutto il Nord anche a noi”.
Un invito a rinsaldare quello storico legame, che si era un pò incrinato dopo le ultime dichiarazioni di Bossi, nelle quali il Senatùr proferiva che Berlusconi, ormai, “sta con i comunisti”.
E’ probabile che le esternazioni dell’ex premier su Mussolini, siano volte a confutare, nella migliore delle ipotesi, l’accostamento fatto dal capo della Lega. Ad ogni modo, il ritorno di Berlusconi sembra più serio che mai, e non si esaurisce più in una sorta di “fiction politica” nella quale la trama è intessuta di clamorosi colpi di scena. A testimoniarlo è anche il convincimento di Berlusconi sulla correttezza della politica inglese di isolamento dalle misure europee. “Credo che Cameron abbia fatto bene. Avrei posto il veto circa questa volontà di una politica recessiva in Europa”, ha detto sempre da Vespa.
La decisione di riempire un vuoto politico in una situazione di crisi, l’intento di rinsaldare l’alleanza con un movimento culturalmente legato al razzismo come la Lega e le posizione autonomiste riguarda alla politica internazionale, sono le prerogative del ritorno di Berlusconi. Un ritorno che rievoca, tra la gente, vecchi e nuovi fantasmi.

4 COMMENTI

  1. Qualcuno mi sà dire perchè la lega sta facendo tutto questo ostruzionismo? Magari per qualche
    voto in piu? alle prossime amministrative?

  2. Qualcuno mi sà dire perchè la lega sta facendo tutto questo ostruzionismo? Magari per qualche
    voto in piu? alle prossime amministrative?

  3. buongiorno io sono un ragazzo calabrese.sti stonzi di politici anno rovinato l.italia.cosa dobbiamo fare tutti i ragazzi non avere mai na famiglia mai una vacanza solo pagare tasse si litigano fra di loro chi rubare prima al governo vi dico solo che sono tutti indagati sti politici chi per violenza chi per estorsioni….. 
    cosa dobbiamo aspettare da questi bastardi…….

Comments are closed.