Home News Iraq, partiti 500 soldati americani. La guerra è finita!

Iraq, partiti 500 soldati americani. La guerra è finita!

748
CONDIVIDI

Finalmente la guerra in Iraq è finita, 500 soldati americani tornano a casa!

Il conflitto iniziato per ordine di George Bush nel marzo del 2003 con l’invasione dell’Iraq da parte di una coalizione formata principalmente da Stati Uniti d’America, Gran Bretagna, Polonia, Australia e Italia.

I costi umani della guerra in corso non sono chiari: l’unico numero noto con una certa precisione è quello delle perdite della coalizione, 4.188 morti ed oltre 28.000 feriti fino al 1° dicembre 2007, mentre per le perdite irachene si va dai circa 30.000 morti cui ha accennato il presidente Bush in un discorso del dicembre 2005, ai circa 650.000 stimati in uno studio apparso nell’ottobre 2006 sulla rivista medica Lancet.

Oggi ha lasciato il Paese l’ultimo convoglio delle forze statunitensi, 110 mezzi corazzati e 500 soldati, gli ultimi rimasti sul territorio iracheno dove Washington, nel momento di massimo impegno bellico in questi nove anni, ha avuto 170mila truppe e 505 basi militari.

L’ultimo convoglio è partito oggi all’alba dalla Contigency Operating Base Adder alla periferia di Nassirya diretto verso il confine con il Kuwait.

1 COMMENTO

  1. Per i poveri illusi che ci credono alla smobilitazione degli Yankees:
    in Iraq rimangono ancora 18.000 militari e divese centinaia di Contractors, per non parlare di otre mille funzionari;
    la maggior parte dei militari USA che è partita non và a casa, bensì rimane nel raggio d’azione delle future “operazoni umanitarie” che si svolgeranno in Siria ed Iran.
    Le uniche speranze per la pace dipendono dalla fermezza di Cina e Russia, per ostacolare gli USA nei loro piani militari di nuovi inutili massacri.
    In caso contrario: 3a Guerra Mondiale, e stavolta catastrofica per tutti.

Comments are closed.