Home News Economia & Finanza La manovra Monti costerà 1.129 euro a famiglia

La manovra Monti costerà 1.129 euro a famiglia

541
CONDIVIDI

La manovra del governo Monti costerà cara alle famiglie italiane. Secondo le stime di Adusbef e Federconsumatori, gli aggravamenti al 2014 saranno pari a 1.129 euro a famiglia.
A queste cifre dovranno poi essere sommate le ricadute dovute alle misure del governo Berlusconi; risultato finale 3.160 euro per nucleo famigliare, con un impatto sulla capacità di consumo di 7,6% annuo.

L’importo totale delle ricadute della manovra, in via di approvazione, sarà diviso in 197 euro di tagli e 932 di imposte.
I tagli riguardano il mancato adeguamento dell’indicizzazione delle pensioni oltre 1.000 euro (34 euro l’anno) e quelli agli enti locali (163 euro l’anno).
La tabella delle imposte sarà, invece, formata da 270 euro di aumento dell’Iva, 405 euro per l’Imu prima casa, 120 euro per le accise sulla benzina, 47 euro per il bollo sui depositi, 90 euro per l’addizionale regionale allo 0,3%.
Un totale complessivo di 1.129 euro a cui dovranno essere sommati 2.031 euro, che sono il prodotto delle misure attuate dal governo Berlusconi.
Secondo queste stime, nel 2014 una famiglia di tre persone con una retribuzione netta nel 2011 di circa 32mila euro registrerà a seguito delle varie manovre correttive una caduta nella capacità di consumo di circa il 7,6% annuo.