Home News Cronaca Le donne tornano in piazza: Mai più senza di noi

Le donne tornano in piazza: Mai più senza di noi

400
CONDIVIDI

Oggi tornano in piazza in tutta Italia le donne del movimento “Se non ora quando?”, che il 13 febbraio scorso ha mobilitato più di un milione di persone a difesa della dignità delle donne, mortificata dai modelli subculturali veicolati dai media e dai comportamenti pubblici e privati emersi dallo scandalo politico sulle escort con protagonista l’allora premier Silvio Berlusconi.

Questa volta il nome della manifestazione sarà “Se non le donne, chi?”. L’appuntamento è a Roma, e in contemporanea nelle altre città italiane, a partire dalle ore 14 in piazza del Popolo è tutto pronto per il concerto in cui si esibiranno Paola Turci, Emma Marrone, Erica Mou e Marina Rei.
La kermesse musicale, con l’apertura dell’Orchestra sinfonica Europa Musica, vedrà susseguirsi momenti di riflessione ed interventi sui temi del welfare, della rappresentanza delle donne e del loro ruolo sociale, soprattutto nei periodi di crisi economica e morale come quello che stiamo vivendo. “Mai più contro di noi, mai più senza di noi”: questo l’appello che verrà lanciato dalla piazza per rivendicare l’importanza del contributo delle donne alla costruzione di una società più giusta, che riconosca e promuova il ruolo delle donne, madri e lavoratrici e cittadine.

La base del movimento ha chiesto con forza la mobilitazione  – ha dichiarato Cinzia Guido del comitato promotore nazionale – A febbraio il fil rouge era ‘mai più contro di noi’, perché le ripercussioni dello scandalo escort negavano alle donne una rappresentazione dignitosa. Oggi invece è ‘mai più senza di noi’. Dobbiamo diventare interlocutrici di primo piano in questa fase di transizione politica, in cui rivestiamo ancora un ruolo marginale rispetto alla gestione della cosa pubblica”. Rainews24 seguirà in la diretta la manifestazione con interviste ed approfondimenti. Tantissime le adesioni da tutta Italia. Ecco il video di presentazione dell’evento: “11 dicembre – Se non le donne chi?”