Home Varie News Papa incontra detenuti a Rebibbia

Papa incontra detenuti a Rebibbia

477
CONDIVIDI

Un lungo e caloroso applauso dei detenuti di Rebibbia, riuniti nella chiesa del penitenziario, ha accolto il Pontefice.

”Cari amici – ha detto Ratzigner – il sistema di detenzione ruota intorno a due capisaldi, entrambi importanti: da un lato tutelare la società da eventuali minacce, dall’altro reintegrare chi ha sbagliato senza calpestarne la dignità ed escluderlo dalla vita sociale”. ”Entrambi questi aspetti – ha aggiunto – hanno la loro rilevanza e sono protesi a non creare quell”abisso’ tra la realtà carceraria reale e quella pensata dalla legge, che prevede come elemento fondamentale la funzione rieducatrice della pena e il rispetto dei diritti e della dignità delle persone”.

Si è poi soffermato sul problema del sovraffollamento.

“So che il sovraffollamento e il degrado delle carceri possono rendere ancora più amara la detenzione: mi sono giunte varie lettere di detenuti che lo sottolineano”, ha detto Benedetto XVI. ”E’ importante – ha aggiunto – che le istituzioni promuovano un’attenta analisi della situazione carceraria oggi, verifichino le strutture, i mezzi, il personale, in modo che i detenuti non scontino mai una ‘doppia pena’; ed è importante promuovere uno sviluppo del sistema carcerario, che, pur nel rispetto della giustizia, sia sempre più adeguato alle esigenze della persona umana, con il ricorso anche alle pene non detentive o a modalità diverse di detenzione”.

Infine, il Pontefice ha aggiunto: “Possiamo essere convinti che il nostro Governo e i responsabili faranno il possibile per migliorare la situazione”.