Home News Amanda Knox, testimone al processo dei genitori

Amanda Knox, testimone al processo dei genitori

307
CONDIVIDI

Amanda Knox, la giovane americana accusata dell’omicidio della sua compagna di stanza Meredith Kercher insieme al fidanzato Raffaele Sollecito e poi assolta, non ha mai nascosto il desiderio di ritornare in Italia per visitarla. Il suo avvocato ha dichiarato: ”Amanda ha ripreso la sua vita in mano e anche gli studi da Gennaio. Ma sembra che l’occasione di rivedere l’Italia si sia ripresentata, infatti i genitori sono stati accusati di diffamazione a mezzo stampa nei confronti di alcuni poliziotti della squadra mobile di Perugia e lei dovrebbe testimoniare al processo”.

Il fatto incriminante è un’intervista fatta da loro nel 2009 su un tabloid inglese, in cui i due genitori attribuivano ai poliziotti condotte e azioni difformi dai doveri d’ufficio dicendo che Amanda non aveva un interprete al momento dell’arresto. Inoltre era stata abusata fisicamente, minacciata e colpita alla testa da una manata, tutto questo coronato dal fatto che non le davano né cibo né acqua. Contro i genitori si sono costituiti parte civile 5 poliziotti di Perugia. Per la giovane non è stata ancora fissata alcuna data.