Home Arte Arte, un secolo fa nasceva Jackson Pollock

Arte, un secolo fa nasceva Jackson Pollock

634
CONDIVIDI

E’ trascorso un secolo da quando vide la luce Jackson Pollock, l’inventore del ”drip painting”. Chiamata anche ’pittura d’azione’, o espressionismo astratto, e consiste in un modo di dipingere in cui il colore viene fatto sgocciolare spontaneamente, lanciato o macchiato sulle tele, facendo dell’opera un atto fisico.

Pollock fu infatti uno dei massimi esponenti di questa tecnica nella quale lo ‘studio’ dell’opera lasciava il posto ad un modo di dipingere istintivo e primordiale.

Ma la carriera artistica di Jackson Pollock fu fortemente segnata dall’incontro con l’arte dei nativi americani, con cui l’artista sentiva di avere un forte feeling. Ed in effetti, il modo di esprimersi dell’arte dei nativi americani era molto simile alla sensibilità di Pollock.
Come l’artista traeva le proprie immagini direttamente dall’inconscio, i nativi prendevano spunto dal ‘mondo degli spiriti’; così come Pollock si serviva di un’estetica primitivista, diventando ‘parte’ del dipinto, così facevano i pittori con la sabbia nativi. Anche le tematiche, tendenti verso temi pittorici universali, erano affini.
Dai nativi americani, l’artista imparò la tecnica della ‘pittura con la sabbia’, sviluppando la propria celebre tecnica chiamata ‘pouring’: gli stregoni infatti erano soliti versare sabbie colorate su di una superficie piatta che potevano avvicinare da ogni lato.
Jackson Pollock morì all’età di 44 anni, dopo aver lottato con l’alcool per tutta la vita. La sua carriera fu improvvisamente e tragicamente interrotta l’11 agosto 1956, quando perse la vita in un incidente stradale, causato proprio dal suo stato di ebbrezza.