Home News Google, Facebook e Twitter chiusi per protesta il 23 gennaio

Google, Facebook e Twitter chiusi per protesta il 23 gennaio

648
CONDIVIDI

Un giornata intera senza Google, Facebook e Twitter. Una cosa fino ad oggi inimmaginabile, ma che si potrebbe concretizzare presto. Il prossimo 23 gennaio, infatti, i dieci siti più importanti al mondo (compresi i tre giganti del web) potrebbero chiudere per 24 ore per protestare contro la legge di censura degli Stati Uniti.

L’approvazione della legge prevista per il 24 gennaio, potrebbe intaccare seriamente gli interessi dei più importanti siti della rete mondiale. L’obiettivo di monitorare e censurare ogni attività illecita su Internet, potrebbe far sì che grandi siti come Facebook e Twitter diventino i bersagli di una censura cieca volta ad oscurare contenuti e materiali che violano il copyright. Il pericolo non riguarda solo l’America, ma tutta la rete mondiale. Anche in Italia, dunque, siti cliccatissimi come Google, Facebook e Twitter potrebbero subire delle forti censure, rischiando nel caso più estremo anche l’eliminazione.