Home Costume e società Il doodle di Google celebra Federico Fellini. A Rimini una festa per...

Il doodle di Google celebra Federico Fellini. A Rimini una festa per ricordarlo

459
CONDIVIDI

Con quello di oggi Google ha voluto celebrare un pezzo di storia del cinema italiano, dedicandolo ad uno dei più grandi registi del secolo scorso: Federico Fellini. Oggi l’indimenticabile maestro avrebbe compiuto 92 anni. Per l’occasione Google lo celebra con un doodle, visibile nella sola versione italiana del sito. Fellini è stato fonte di ispirazione per tanti registi e attori che hanno deciso di intraprendere la strada del cinema, in Italia come all’estero.

E in memoria al grande regista e sceneggiatore italiano ci sarà una festa – happening ”Buon compleanno, maestro: una festa dedicata a Federico Fellini” che inizierà alle ore 19.00 e proseguirà fino alle 00.30, al Cinema Settebello di Rimini, per ricordare nel giorno del compleanno di Fellini “i migliori anni della loro dolce vita, una festa per Federico, di solidarietà per Anita”. L’evento, infatti, sarà anche un’occasione per raccogliere fondi per per Anita Ekberg che oggi versa in gravi difficoltà economiche. Fin dalle ore 19.00 musica, pittura, fotografia, moda, cosmesi, e anche cibo alla maniera di Federico, il tutto avverrà sullo sfondo di un set cinematografico allestito per l’occasione.

Alle ore 20.30 ci sarà la proiezione della Dolce Vita, nella versione restaurata della Cineteca di Bologna, introdotta da un filmato curato da Julko Albini per Ateliersanrocco e Manuela Fabbri. Il montaggio contiene spezzoni di film del grande regista interpretati da Anita (Intervista, Boccaccio ’70, I clowns) insieme a recenti immagini del documentario Settanta volte set, per gentile concessione di Istituto Luce Cinecittà.

È previsto anche un collegamento telefonico con Anita, che intende ringraziare anche così l’attenzione e la sensibilità dei riminesi. Un’attenzione che partirà la sera stessa con il dono di un quadro a tema del pittore Luca Giovagnoli e che proseguirà nei giorni e mesi successivi in una gara di solidarietà verso chi ha tanto contribuito a far conoscere Rimini in ogni parte del mondo.