Home Costume e società Sciopero taxi, no assemblea al Circo Massimo per lunedì

Sciopero taxi, no assemblea al Circo Massimo per lunedì

667
CONDIVIDI

Lo sciopero dei tassisti di venerdì 13 gennaio contro le preannunciate liberalizzazioni del governo Monti, ha paralizzato molte città creando non pochi disagi. Centralini intasati che si scusavano dell’indisponibilità dei taxi richiesti. Impossibile trovare un taxi a Roma come a Milano, Napoli e le altre città.  Il governo ha deciso di convocarli per martedì 17 gennaio alle 18, a Palazzo Chigi. Un gesto che, oltre a far lentamente rientrare le proteste, provoca anche lo slittamento dell’assemblea dei tassisti originariamente prevista per domani al Circo Massimo, a Roma.  Lo afferma all’agi il presidente di Uritaxi e 3570 Loreno Bittarelli.
 ”Stiamo valutando con il parlamentino nazionale. Ma l’assemblea probabilmente slitterà a dopo l’incontro con il governo”, ha spiegato.

“Personalmente credo che, al di là del comprensibilissimo stato di nervosismo che tutti noi abbiamo dentro per ciò che sta succedendo, credo che se vogliamo continuare ad essere credibili, dobbiamo esserlo anche nelle strategie di lotta. Se prima poteva avere un senso fare l’assemblea il 16, per la quale mi sono battuto a Bologna  –  continua – dovreste spiegarmi che senso avrebbe, adesso, alla luce dell’avvenuta convocazione da parte del Governo per il 17, fare un’assemblea il giorno prima per decidere le forme di lotta opportune!   Questo sarebbe palesemente insensato  e non sarebbe compreso da nessuno,  e ci metterebbe ancora di più contro l’opinione pubblica, perché sarebbe totalmente illogico e privo di ogni giustificazione credibile .
L’assemblea va fatta DOPO l’esito dell’incontro col Governo! – conclude -. Io propongo il giorno successivo, mercoledì 18″.