Home Arte Al via la mostra: Il Guggenheim. L’avanguardia americana 1945 – 1980

Al via la mostra: Il Guggenheim. L’avanguardia americana 1945 – 1980

723
CONDIVIDI

La mostra dal titolo “Il Guggenheim. L’avanguardia americana 1945 – 1980″ si propone di illustrare i momenti fondamentali che hanno scandito l’evoluzione dell’arte americana, in un momento storico del tutto particolare. A fare da sfondo è il panorama statunitense compreso fra gli anni cinquanta e gli anni 80, di cui furono protagonisti da una parte i violenti scontri politici interni e internazionali, dall’altra i  notevoli progressi artisti e culturali.

La mostra prende le mosse dagli anni immediatamente successivi alla seconda guerra mondiale, quando gli Stati Uniti divennero il come centro dell’arte moderna e la fioritura dell’Espressionismo astratto iniziò ad attrarre l’attenzione internazionale su una cerchia di artisti attivi proprio nella capitale New York.

A partire da quel momento, nell’arte americana si assiste ad una straordinaria proliferazione delle pratiche estetiche più diverse: dall’irriverente entusiasmo della Pop art per l’immaginario popolare fino alle meditazioni intellettualistiche sul significato dell’immagine che caratterizzano l’Arte concettuale negli anni sessanta; dall’estetica scarnificata del Minimalismo alle sgargianti iconografie del Fotorealismo negli anni settanta. Pur producendo opere profondamente diverse tra loro, tali movimenti furono accomunati da un impegno sostanziale ad indagare la natura intrinseca, il senso e le finalità dell’arte.

L’esposizione, incentrata proprio sulla scoperta di quest’epoca cruciale per l’arte avanguardistica, non poteva fare a meno di concentrarsi sul ruolo svolto dal Solomon R. Guggenheim Museum, che ha offerto un costante sostegno agli artisti emergenti. Infatti i dipinti, le sculture e le fotografie provengono in primo luogo dalla collezione permanente del museo di New York.

Il percorso espositivo riflette inoltre l’evoluzione del Guggenheim, da vetrina dedicata alla pittura astratta europea a centro internazionale di riferimento per l’arte moderna e contemporanea.

Uno sviluppo messo in particolare evidenza dalla presenza di opere decisive di Jackson Pollock e Arshile Gorky appartenenti alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia, e dello spettacolare Barge [Chiatta] (1962–63) di Robert Rauschenberg, dal Guggenheim Museum Bilbao.