Home Arte Il Comune di Napoli alla BIT di Milano

Il Comune di Napoli alla BIT di Milano

493
CONDIVIDI

L’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Antonella Di Nocera, alla BIT di Milano fa il punto su alcune delle iniziative e del lavoro messo in campo per incentivare il turismo nel capoluogo partenopeo: i nuovi materiali comunicativi e visivi di presentazione della città; la neonata rete degli infopoint cittadini i – NAPOLI in collaborazione con camera di commercio e università; il piano di itinerari turistici (passati da 5 a 15) che costituiscono la base di un nuovo strumento agevole e facilmente reperibile da offrire al turista e ai cittadini, con una panoramica ampia, rapida e diversificata delle ricchezze culturali del nostro territorio.

Inoltre la Di Nocera presenterà alla stampa – puntando a dare con anticipo le informazioni agli operatori del settore – il calendario degli eventi culturali e turistici promossi in città per l’anno 2012. Oltre ai grandi contenitori attrattori storici tra cui il Maggio dei Monumenti, la stagione del Teatro San Carlo, i programmi dell’Estate a Napoli, il Premio Napoli, per finire con il Natale ed il Capodanno, la città promuove quegli eventi che con coerenza e da molti anni caratterizzano il programma culturale di Napoli lungo tutto l’arco temporale. Per brevità si citano l’Arte della Felicità, Comicon, il Napoli Film Festival, Un’altra galassia, Museum, Taranta Festival, Tanotango, Futuro Remoto, Artecinema, Il festival del cinema e dei diritti umani, World Press Photo, O’ Movies.

Appuntamento speciale per il 2012, e poi il 2013, l’America’s Cup World Series che, nel mese di aprile, rappresenterà un evento sportivo velico di risonanza internazionale e sarà occasione di coinvolgimento e promozione per l’intero territorio.

La tradizionale manifestazione organizzata durante il mese di maggio, Maggio dei Monumenti, che è stata ripensata secondo le linee di indirizzo dell’assessorato, rappresenterà un’occasione di valorizzazione e rilancio del patrimonio storico – artistico esistente, lavorando per la cura e la bellezza dei siti artistici, culturali dunque turistici, per poterne incrementare l‘utilizzo e il godimento da parte di tutti in ogni momento. Se è vero che le prime edizioni sono nate dall’esigenza di riportare alla luce questo straordinario patrimonio, ora più che mai bisogna “gestire” lo stesso, valorizzandolo, laddove c’è invece tanta bellezza arte e cultura che da sola dovrebbe attrarre con ragione, costante nel tempo, interesse e turismo in città.

La scommessa che la città ha di fronte a sé è quella di consolidare nei napoletani la consapevolezza del proprio patrimonio culturale come risorsa dalle immense potenzialità economiche. Qui si tratta davvero di rendere i cittadini protagonisti di una nuova fase di crescita della città non soltanto in termini di coscienza, ma soprattutto per sprigionare creatività ed energie imprenditoriali, valorizzare competenze, riscoprire orgoglio e voglia di riscatto. Solo se si innesca questo processo Napoli potrà immaginare di far diventare l’industria della cultura e del turismo la sua vera opportunità per il futuro.

A tal proposito e nell’ottica di sempre maggiore collaborazione tra le Istituzioni culturali cittadine, inoltre, l’assessorato ha proposto all’Accademia di Belle Arti di Napoli di bandire un concorso di idee per gli studenti per la creazione dell’immagine del Maggio dei Monumenti proprio sulla base di un concept che si sta elaborando insieme agli allievi. Proprio ieri nell’incontro con gli studenti dell’Accademia, si è avviata una fase di brainstorming sul tema. L’incontro si è rivelato molto interessante e stimolante per le parole chiave nate nella discussione, che saranno elaborate dai gruppi di lavoro dei ragazzi per la creazione della nuova immagine con un linguaggio giovane, magari più urbano e più contemporaneo, capace di coinvolgere la comunità ed i cittadini.

Comune di Napoli