Home Costume e società 8 marzo, appello del Presidente Napolitano: basta violenze sulle donne

8 marzo, appello del Presidente Napolitano: basta violenze sulle donne

706
CONDIVIDI

mimosaE’ in occasione delle celebrazioni al Quirinale dell’8 marzo che arriva un commosso appello da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: “Violenze e discriminazioni contro le donne vanno combattute senza sosta. ‘L’esposizione delle donne alla violenza e alla furia omicida’ degli uomini indicano – ha detto il capo dello Stato – una visione proprietaria e distruttiva degli affetti. Certi orribili, recenti e anche recentissime cronache potrebbero indurci a ripartire dai fondamentali”.

Il presidente della Repubblica ha poi invitato a introdurre “misure per favorire la distribuzione dei carichi nella famiglia” e si è detto d’accordo con la proposta indicata dal ministro Elsa Fornero di “congedi parentali distribuiti tra i due genitori”.
Un punto debole del sistema italiano, ha rilevato Napolitano, è la mancanza di asili nido: “Un’estensione dei nidi, e più in generale dei servizi all’infanzia, anche solo mediati dallo Stato come avviene ad esempio in Francia – ha concluso – funzionerebbe da volano per l’occupazione femminile: ci sarebbero infatti più donne impiegate in quei servizi e più donne libere di lavorare”.

Intanto nel giorno della Festa della Donna, l’aula del Senato ha approvato a larga maggioranza la mozione unitaria per la pari rappresentanza di genere nella legge elettorale. A favore si sono espressi 164 senatori, 45 gli astenuti, tre i contrari. La mozione unitaria, presentata dalle senatrici di tutti i gruppi parlamentari, impegna il governo “a sostenere, nel corso dell’esame dei disegni di legge di riforma del sistema elettorale, iniziative parlamentari finalizzate all’introduzione di un principio di non discriminazione che assicuri un’equilibrata rappresentanza di entrambi i generi”.