Home Costume e società Bologna saluta Lucio Dalla. Allestita in Comune camera ardente

Bologna saluta Lucio Dalla. Allestita in Comune camera ardente

674
CONDIVIDI

Lucio DallaE’ stata aperta questa mattina, pochi minuti dopo le 9,30,  la camera ardente per il feretro di Lucio Dalla, allestita nel cortile d’onore di Palazzo D’Accursio. Una lunga fila di cittadini in piazza Maggiore sta porgendo l’ultimo saluto al cantautore bolognese stroncato da un infarto lo scorso giovedì mentre si trovava in Svizzera per una serie di concerti. Sulla bara una rosa rossa, una sigaretta e un cornetto rosso, ai piedi tre candele rosse, qualche mazzo di fiori e l’unica corona donata da Julio Iglesias.  Durante l’attesa si possono ascoltare dieci canzoni di Dalla: “Tu parlavi una lingua meravigliosa, ‘E non andare più via’, ‘Tango’, ‘Notte’, ‘Felicità’, ‘Cara’ ‘Ayrton’, ‘Apriti cuore’, ‘Rondini’ e ‘Caruso’.

Ad accogliere la bara a Palazzo D’Accursio, il sindaco di Bologna Virginio Merola e la presidente della Provincia Beatrice Draghetti. Lungo il percorso da casa al Comune ad accompagnare il feretro l’attore Marco Alemanno che, insieme ad altri giovani collaboratori e amici di Dalla, hanno tenuto una mano sul parabrezza posteriore del carro funebre lungo tutto il percorso. Moltissime le persone in lacrime.

I funerali si terrano domani alle 14.30 nella basilica di San Petronio, predisposta per ospitare 5.500 persone. Saranno, però, solo 550 i posti a sedere riservati agli amici più stretti e alle autorità.