Home Varie News Shardna fallisce per debiti: incertezza sul destino della ricerca

Shardna fallisce per debiti: incertezza sul destino della ricerca

620
CONDIVIDI

shardnaLa Shardna, società di ricerca nata nel 2001 per studiare il segreto della longevità della popolazione locale, è stata messa in liquidazione. Oltre al dramma del lavoro perduto dai dieci dipendenti (tra biologi molecolari, genealogisti informatici e amministrativi), rischia di dissiparsi un progetto andato avanti per oltre un decennio, in cui sono stati raccolti dati biologici dei volontari di dieci paesi della Sardegna orientale. Un patrimonio dal valore inestimabile che, per ripianare il debito della Shardna (4 milioni di euro), rischia di essere svenduto al miglior offerente.
La mappa genetica dei centenari sardi fa gola a molte società farmaceutiche, e salvo miracoli dell’ultimo minuto, l’intero lavoro verrà smembrato in pacchetti destinati alla vendita al miglior offerente, oppure semplicemente finire dimenticati nei frigoriferi dei laboratori. I sindaci dei paesi coinvolti e i volontari promettono battaglia, ma nonostante le promesse dei politici nazionali, il destino di questa importantissima ricerca, e delle professionalità che ci hanno lavorato, è appeso ad un filo.

CONDIVIDI