Home News Cronaca Strage Paolo Borsellino, Salvatore Madonia il mandante

Strage Paolo Borsellino, Salvatore Madonia il mandante

750
CONDIVIDI

Nell’ambito della nuova inchiesta sulla strage del 19 luglio 1992 in via D’Amelio a Palermo dove persero la vita il Giudice Paolo Borsellino e cinque componenti  della sua scorta, sono state poste in fermo di arresto cinque persone. Salvatore Madonia, 56 anni già detenuto, si ritiene essere il mandante della strage, in quanto componente della commissione provinciale di Cosa Nostra di Palermo capeggiata da Totò Riina. In quella riunione tenutasi tra novembre e dicembre del 1991, la commissione avrebbe deciso la strage tra cui l’uccisione del Giudice Borsellino.

I pentiti Gaspare S. di 48 anni, Vittorio T. di 46 anni, Salvatore V. di 66 anni sono accusati di essere gli esecutori materiali della strage; altre tre persone sono state già giudicate in quanto avrebbero avuto un ruolo nell’attentato. Sono accusati di strage aggravata continuata in concorso, di fabbricazione porto e detenzione di esplosivo, contro di loro anche l’aggravante terroristica. Il giudice Paolo Borsellino fu assassinato dalla mafia perchè ritenuto un ostacolo da Totò Riina nella trattativa con esponenti delle  istituzioni che gli sembrava essere scemata e quindi occorreva dare nuovo vigore con la strage.