Home News Cronaca Paolo Bosusco l’italiano rapito in India è stato liberato

Paolo Bosusco l’italiano rapito in India è stato liberato

522
CONDIVIDI

L’Italia finalmente tira un sospiro di sollievo per il rilascio del  suo connazionale, il54enne Paolo Bosusco rapito il 14 marzo nella foresta di Soroda mentre faceva da guida a Claudio Colangelo l’altro italiano rapito insieme a lui rilasciato il 25 marzo. La prima ad annunciare la notizia è stata l’emittente indiana Ndtv, subito confermata dal Ministro degli esteri Giulio Terzi che ha dichiarato: “Bosusco finalmente è libero, è la notizia che aspettavamo. E’ un risultato che ci riempie di soddisfazione”.

Le prime dichiarazioni della guida turistica italiana non sono state di risentimento verso i rapitori anzi avrebbe detto: “Sono libero sto bene,  non ho risentimento nei confronti dei miei rapitori. Il dimagrimento fisico è dovuto al cibo infatti  nonostante i maoisti cercassero di darmi il meglio che potevano  il cibo nella giungla era quello che era, oltretutto ho avuto due volte la malaria comunque gli insorti mi hanno sempre trattato bene”.

Bosusco è stato rilasciato in un’area tribale impervia e ricoperta dalla foresta tropicale il distretto di Khandhamal, lo stesso dove precedentemente erano stati rapiti i due italiani  mentre svolgevano un’escursione di trekking. I rapitori hanno avanzato un’ulteriore pretesa: la liberazione di una loro compagna Aarti Majhi  da due anni nella prigione di Berhampur per attività sediziose.