Home Arte Premio Pulitzer, vince il fotografo afgano Massoud Hossaini

Premio Pulitzer, vince il fotografo afgano Massoud Hossaini

447
CONDIVIDI

Il premio Pulitzer è stato assegnato al fotografo afgano Massoud Hossaini per il suo scatto che rappresenta una bambina che urla in mezzo ai corpi insanguinati e piange per la paura dopo l’attacco di un attentatore suicida in un santuario affollato di Kabul. E proprio sotto gli occhi dei bambini si riversano per le strade, ogni giorno, centinaia di morti. E’ un momento che il fotografo ha voluto immortalare per farsi portavoce della triste realtà del suo paese.

Hossaini si dice “estremamente felice: sono onorato di essere un afgano che rende testimonianza della vita e dei momenti difficili a cui si fa fronte qui. So che chi vedrà la foto penserà per prima cosa al fotografo, ma spero davvero che non dimenticheranno le sofferenze del popolo dell’Afghanistan”.

Hossaini 30enne, fotoreporter dell’agenzia France Press,  ha ottenuto il riconoscimento per la categoria “photography breaking news”.

“Quando ho saputo che avevo vinto il premio Pulitzer sono rimasto scioccato, senza parole e molto felice”, racconta. “La foto riguarda una bambina, Tarana, di 12 anni. Stava partecipando alle celebrazioni dell’Ashura dove è avvenuto l’attentato. Sono onorato di essere diventato un portavoce per questa gente, non solo per loro ma per tutti coloro che hanno perso un caro negli attacchi suicidi”.

La stessa foto valse ad Hossaini il secondo premio del World Press Photo Award 2011.