Home News Amministrative, una festa a cinque stelle

Amministrative, una festa a cinque stelle

526
CONDIVIDI

Esultano i grillini per il risultato, nelle ultime amministrative, ottenuto da quattro candidati del “Movimento 5 stelle” nelle città di Genova, Parma, Palermo e Verona. E l’entusiasmo corre in rete tra Facebook e Twitter: “altro che antipolitica, siamo una nuova forza politica”, rilevano i militanti del web, alcuni dei quali ‘correggono’ lo stesso Grillo, che aveva parlato dell’affermazione del partito, sottolineando di preferire il termine ‘movimento’. “Antipolitica? Questa è la politica vera, quella onesta, vicina ai cittadini”, scrive il popolo del movimento 5 stelle sulla pagina facebook di Grillo. “Il terzo polo siamo noi!”, esulta un grillino. “Davide ha ucciso Golia”, fa eco un altro navigatore. C’è addirittura chi scrive: “E’ la profezia dei Maya, il mondo sta davvero cambiando!”

E Beppe Grillo sulla sua pagina Facebook così scrive: “A Comacchio il movimento cinque stelle supera il 30%, è il primo partito”. Partito? Tra tante manifestazioni di gioia, a qualche militante il termine non piace e replica in tempo reale. “Stai attento Beppe: hai usato la parola partito… sia mai! Noi del Movimento 5 stelle non possiamo permetterci un lapsus nemmeno in un momento come questo … siamo sotto la lente d’ingrandimento”, ci tiene a precisare Valeria.

Ma a gettare acqua sul fuoco ci pensa il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che intervistato da Corriere Tv di Beppe Grillo così dichiara: “Accusa gli altri, ma non propone”. Pisapia ha fatto notare che “fare opposizione vuol dire fare proposte ragionevoli e questo – ha detto – è qualcosa che nella propaganda di Grillo manca. In lui – ha aggiunto – vedo una voglia di cambiamento che, tuttavia, non si converte in azioni reali”.