Home News Paolo Ferrero invita Monti ad andare a casa visto l’esito delle elezioni

Paolo Ferrero invita Monti ad andare a casa visto l’esito delle elezioni

519
CONDIVIDI

Paolo Ferrero“Il tentativo di mascherare la pesantissima sconfitta che hanno subito le forze che sostengono il governo Monti e quindi la linea del governo stesso è patetico”. Lo sostiene Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista, che ricorda la manifestazione di sabato prossimo a Roma della Federazione della Sinistra “a cui invitiamo tutte le forze della sinistra, per chiedere che i loro signori ne prendano atto e il governo Monti se ne vada a casa”.
Per Ferrero “il dato vero è che le forze politiche che sostengono Monti sono oggi minoranza nel paese e che gli italiani hanno espresso la volontà di cambiamento nell’unico modo possibile: attraverso il voto”.
“Se si raffrontano i dati delle comunali odierne con le elezioni politiche del 2008 per i 26 comuni capoluogo
– spiega infatti Ferrero – il dato è clamoroso: il PDL perde 600.000 voti, l’UdC 45.000 voti e il PD 450.000 voti. Si potrebbe obbiettare che sono calati i votanti ma il risultato non cambia qualitativamente se si paragona il voto odierno con le regionali del 2010, quando il numero di votanti fu simile: il PDL perde 283.000 voti, l’UDC 30.000 voti e il PD 125.000 voti”.
Ferrero nasconde, però, quella che è la cruda verità per il suo partito: Rifondazione non trova una sua reale dimensione all’interno del Paese.