Home Costume e società Roseto Valfortore, uno dei “borghi più belli d’Italia”

Roseto Valfortore, uno dei “borghi più belli d’Italia”

273
CONDIVIDI

Dal 6 al 9 settembre 2012 Roseto Valfortore (FG) ha celebrato il festival dei “Borghi più belli d’Italia”. Insieme ad Alberona, Bovino e Pietramontecorvino sono state accolte delegazioni italiane e straniere di tutti i Comuni premiati da questo marchio di qualità storica, culturale e sociale. Nei quattro borghi sono stati allestiti numerosi stand di promozione turistica, di degustazione e vendita di prodotti tipici locali e nazionali. Inoltre, sono stati inscenati spettacoli musicali e sfilate in costume.

Il programma dell’estate rosetana si è concluso ufficialmente con la chiusura di questa manifestazione e con il passaggio della bandiera ai sindaci di Castel del Monte e Santo Stefano di Sessanio, in provincia dell’Aquila, che ospiteranno la prossima edizione del festival nel 2013.

L’affluenza di turisti è stata numerosa, anche grazie alla possibilità di usufruire di visite guidate gratuite al mulino ad acqua e all’antico forno a paglia. In partnership gli staff dell’Egialea srl, Gal Meridaunia e dell’associazione culturale Terravecchia in Folk hanno seguito la logistica della manifestazione e le rappresentazioni. Patrocinanti l’evento sono stati la Presidenza del Consiglio del Parlamento Europeo, la Regione Puglia e la Provincia di Foggia.

Un’opportunità di crescita economica per i borghi interessati ma anche per l’intero territorio di Capitanata, soprattutto in questo periodo di congiuntura economica particolare. Un evento che ha permesso una globalizzazione culturale che oggi si definirebbe “slow”, con scambi di prodotti e idee realizzati di persona e con la stretta di mano. Una globalizzazione con tempi lontani, ma non del tutto, da quelli esclusivamente telematici.