Home Sport Basket Ancora una sconfitta per il Nuovo Napoli Bakset

Ancora una sconfitta per il Nuovo Napoli Bakset

672
CONDIVIDI

Napoli sbatte contro il duo Gay-Marigney e colleziona la terza sconfitta consecutiva dal suo ritorno in Legadue (la seconda sul campo se si esclude lo 0-20 inflitto a tavolino per il caso Ricci). Imola passa al Palabarbuto con il punteggio di 72-73.

Resta ancora a zero punti la formazione azzurra, ma la squadra c’è e lo dimostra il fatto che è solo per un tiro sbagliato che non è arrivata la vittoria nelle ultime due uscite di campionato. Negli ultimi 20” della sfida contro l’Aget Service Imola è una cattiva gestione del pallone da parte di Ceron (autore fino a quel momento di 21 punti con 5/9 da tre) a condannare la squadra di Bartocci. In precedenza Napoli era stata brava a ricucire un passivo di 8 punti (4-12, 11-19, 39-47), nonostante le rotazioni ridotte ed un arbitraggio ostile verso i giocatori di casa, ma alla fine gli è mancata il guizzo del campione. Quel guizzo che forse avrebbero dovuto produrre Clemente (9) o Warren (12), e non il promettente ma ancora acerbo Ceron.

Ma a tenere banco, in questo momento, più che i risultati sul campo sono le vicende societarie. In settimana sono arrivate le dimissioni del trio Liguori-Ambrosino-Mirenghi, dimissioni susseguite al mancato tesseramento del giocatore Metrevelli per via di alcuni inadempimenti societari nei confronti della Fip. Il futuro di Napoli è dunque appeso a un filo: se non paga quanto dovuto entro martedì viene automaticamente estromnesso dal campionato.

Tabellino:

N.N. Napoli-Aget Service Imola: 72-73

N.N. Napoli: Deangelis ne, Ceron 21, Casini, Allegretti 20, Angelino ne, Zollo ne, Loncarevic, Clemente 9, Warren 12, Hubalek 10. All. Bartocci.

Aget Service Imola: Turel ne, Chillo 6, Maestrello 4, Valenti ne, Masoni 8, Zagorac 10, Riga ne, Foiera 6, Zanelli 3, Gay 19, Marigney 17. All. Fucà.

Arbitri: Bartoli di Trieste, Ciaglia di Caserta, Paglialunga di Massafra (TA).

Parziali: 11-17, 32-38, 56-57.

Spettatori: 1200 circa.